Castello del Buonconsiglio

Fortilizio posto a controllo della strada per la Germania, residenza di vescovi prima e dopo il famoso Concilio, prestigiosa dimora del Cardinale Bernardo Cles nel XVI sec.: il castello di Buonconsiglio è sicuramente uno dei monumenti simbolo di Trento, ricordato nella storia anche per essere stato carcere e luogo di morte per molti patrioti al tempo della prima guerra mondiale. Oggi sede del Museo Monumenti, delle Collezioni Provinciali, del Museo Storico di Trento e degli uffici di Tutela Archeologica.

Storicamente il Castello del Buonconsiglio è stato teatro di avvenimenti significativi: dalla lotta con i conti del Tirolo al Concilio Ecumenico di Trento, dalle occupazioni napoleoniche all'esecuzione capitale degli eroi trentini Cesare Battisti, Daminiani Chiesa e Fabio Filzi, alla nascita, infine, della provincia autonoma di Trento.

Con la sua suntuosa architettura artistica, il Castello del Buonconsiglio è uno dei complessi fortificati urbani più importanti d'Italia. Sito sulla cinta muraria della città di Trento, è composto di due cellule principali: una è Castelvecchio, il nucleo più antico dell'edificio, di origine medievale, romanico-gotico, eretto a partire dal XIII secolo intorno alla Torre d'Augusto; l'altra è il Magno Palazzo rinascimentale, costruito dal principe Bernardo da Cles nel XVI sec.

Nel XVII secolo il principe vescovo Francesco Alberto Poia decide di erigere la cosiddetta Giunta Albertiana tra Castelvecchio e Magno Palazzo. All'estremità meridionale sorge la maestosa Torre dell'Aquila.

Fulcro del nucleo di Castelvecchio è il cortile aperto da tre ordini di Loggiati, del Palazzo Magno la Cappella con le Divinità dell'Olimpo e la Domus Orationis e della Giunta Albertiana la fastosa Camera del Camin nero e delle Udienze.

 

Artisti veneti quali Marcello Fogolino, Gerolamo Romanino e i fratelli Dossi sono alcuni degli autori dei cicli di affreschi rinascimentali presenti tra le opere del castello.

Da ammirare la Loggia progettata da Alessandro Longhi e gli stucchi barocchi di Giuseppe Alberti.

Riconosciuto a livello europeo per il suo valore storico e artistico, infine, l'affresco del Ciclo dei Mesi, dipinto nei primi anni del XV secolo all'interno della Torre dell'Aquila e attribuito verosimilmente al maestro boemo Venceslao su commissione del principe vescovo Giorgio di Liechtenstein.

Il Castello del Buonconsiglio è proprietà della Provincia Autonoma di Trento e accoglie il Museo Monumenti, il Museo delle Collezioni Provinciali, il Museo Storico di Trento e gli uffici di Tutela Archeologica.

Orario d'apertura:
Da inizio maggio ai primi di novembre, orario 10.00 - 18.00
Altro periodo: orario 9.30 - 17.00

 

Aperture straordinarie:

Lunedì 4 gennai, Pasqua, lunedì 28 marzo - Pasquetta, lunedì 25 aprile, 1 maggio, 26 giugno - Patrono di Trento, lunedì 18 e 25 luglio, tutti i lunedì di agosto anche a Ferragosto, lunedì 31 ottobre,  1 novembre, 8 dicembre - Immacolata
Prolungamento dell'apertura ogni venerdì di agosto fino alle 21.00

Giornate di chiusura:
tutti i lunedì non festivi, il 25 dicembre e il 1° gennaio
Possibilità di variazione tariffe ed orari per mostre temporanee

Per ulteriori informazioni:
Castello del Buonconsiglio
Via Bernardo Clesio, 5 - Trento
Tel +39 0461 233770

Hotel