Sport

La vetta del Gruppo del Sella: il Piz Boè

Difficoltà:

Grado E = escursionisti

Dislivello:

300 m

Ore:

02:00

Da Passo Pordoi prendiamo la funivia che velocemente ci porta a 2950 m. di quota. Subito la vista spazia sulla Val di Fassa, il Sassolungo, il Catinaccio, fino alle Dolomiti di Brenta. Verso Sud le maestose cime della Marmolada, poi, più lontano, il Civetta, il Pelmo, l'Antelao e il Sorapiss.

In fine l'altopiano del Sella sormontato a Est da una cima dalla forma arrotondata - la nostra meta - il Piz Boè. Dall'arrivo della funivia (rifugio Maria al Sasso Pordoi) ci incamminiamo in discesa verso Est e in 15 minuti siamo al rifugio forcella Pordoi a 2848 m. di quota. Continuiamo su un bel sentiero quasi pianeggiante che ci conduce alla base del Piz Boè.

La salita non presenta difficoltà, solo in alcuni punti troviamo la presenza di facili roccette che possono richiedere l'aiuto delle mani. Dalla vetta le cime più alte delle Dolomiti sono in linea con il nostro orizzonte e possiamo ammirarledal terrazzo del rifugio Capanna Fassa.

Periodo adatto: fine giugno - inizio settembre

La gita è spettacolare e priva di particolari difficoltà. Si consiglia di effettuare questo percorso in condizioni di meteo ottimali così da poter contemplare meglio i 360° di vette che circondano il gruppo Sella. Portare un equipaggiamento adeguato (impermeabile o giacca - guanti - cappello - ecc.) dato che in montagna (specialmente in estate) si può sempre essere sorpresi da un temporale. In questi casi a 3000 m. la temperatura fa presto a precipitare di diversi gradi creando disagio agli escursionisti impreparati.