Glorenza: chiese, passeggiate ed edifici storici

"La cittadina altoatesina dal carattere inconfondibile"

Cittadina medievale, di confine e commerciale, che con le sue imponenti mura cittadine, perfettamente conservate, i torrioni e i pittoreschi portici permette di rivivere l'atmosfera immutata di tempi passati.

Con i suoi 850 abitanti circa, Glorenza è la città più piccola del Tirolo e d'Italia, ma può vantare una struttura incredibilmente compatta. Girare per la cittadina, con i suoi edifici storici, i portici, le chiese e i cammini di ronda, significa immergersi in un passato vivo, viaggiare nel tempo, ritornare nel Medioevo.

Le mura di cinta della città con le loro torri d'angolo rotonde richiamano alla mente tempi di guerra e di politica sovrana nonché l'epoca in cui questa rappresentava un passaggio obbligato per il commercio delle mandorle salate tra la Germania meridionale, l'Austria e la Lombardia. Glorenza, originariamente un paese, negli anni 1291-1294 ottenne dal principe regnante del Tirolo Mainardo II il privilegio di "civitas". Il periodo di maggior fioritura è rappresentato dai secoli XIV e XV.

Particolarmente interessanti da vedere sono i resti del paese del XII secolo ancora ben conservati, i portici del XIII secolo, nonché le antiche fortificazioni, gli edifici signorili del XVI secolo e le mura di cinta dell'età rinascimentale ancora intatte.