Lavis: sport, enogastronomia e giardini pensili

Lavis sorge nella Valle dell'Adige, lungo le sponde del torrente Avisio. Per molti secoli qui veniva trasportato e lavorato il legno, e in seguito Lavis divenne un importante centro agricolo e commerciale. 

A metà strada tra la Piana Rotaliana e Trento, Lavis è la meta ideale per chi desidera passare una vacanza attiva o scoprire le bellezze naturali e artistiche della Valle dell'Adige. Gli amanti del buon vino possono infatti visitare le vicine località della Piana Rotaliana, famosa e apprezzata per i suoi vini prestigiosi, mentre chi preferisce una vacanza culturale può fare una gita a Trento, tra musei, castelli e importanti eventi culturali. Poco lontano sorge il Monte Bondone che, con il suo giardino botanico e il bel altipiano delle Viote, offre innumerevoli percorsi trekking, vie di arrampicata e itinerari per le due ruote, mentre in inverno si trasforma in un emozionante centro sciistico. Vicino al paese passa la Ciclabile Valle dell'Adige, che va da Verona a Bolzano, e inoltre Lavis e le sue frazioni sono attraversate dalla Strada del Vino e dei Sapori Colline Avisiane, un itinerario enogastronomico alla scoperta delle specialità locali trentine, in particolare i vini, le grappe, le carni e il miele. 

La caratteristica più affascinante del paese è il magnifico giardino pensile del Ciuciòi o giardino dei rododendri, che sorge sulle pendici del Dos Paion. Realizzato da Tommaso Bortolotti, il giardino in stile romantico assume quasi la forma di un castello ed è strutturato in terrazzamenti. Nel suo periodo di maggior splendore custodiva una grande varietà di rare piante esotiche e solo recentemente, dopo anni di abbandono, il comune ha deciso di recuperarlo e di trasformarlo per riportarlo a nuova vita. Valgono una visita anche la chiesetta di San Udalrico, la casa Schuldhaus e la chiesetta barocca di San Giovanni Nepomuceno.