Coredo, tra meleti, castelli e laghi

Coredo per la sua posizione centrale e soleggiata su un verde altopiano offre un fantastico panorama sulla Val di Non. Centro storico dall'antica tradizione turistica offre momenti di tranquillità tra i meli ed escursioni nella natura.

L'estate di Coredo è all'insegna dello sport, del relax e delle tradizioni. Numerose e facili sono le passeggiate, come la passeggiata tra i meli in fiore o la suggestiva camminata dal Viale dei sogni che porta ai laghetti di Coredo e Tavon, dove si può anche pescare. I due laghi sono anche punto di partenza per raggiungere l'antica segheria e il Santuario di San Romedio. La zona è ricca di monumenti vegetali: alberi secolari e un biotopo in località Palù. Non mancano le escursioni in bicicletta e a cavallo. In inverno, si può pattinare ed è facilmente raggiungibile la zona sciistica sull'Altopiano della Predaia.

È un centro di villeggiatura sia estivo che invernale, noto fin dai tempi della Belle Epoque, come testimoniato dalle ville in stile liberty di inizio Novecento. Nel suo centro storico potete ammirare la piazza su cui si affaccia la chiesa neo-gotica e poco lontano scorgere Casa Marta e Palazzo Coredo. Poco fuori dall'abitato si trovano i due castelli, quello di Coredo e Castel Bragher e in località Palù, la segheria Veneziana con annesso Museo del legno.