Nago-Torbole tra natura e sport

Nago-Torbole è la porta d'accesso per le vacanze sul lago di Garda. Nago-Torbole era noto centro di villeggiatura già nel XV secolo quando fu meta di viaggiatori, pittori e grandi personaggi come Goethe. Qui si può sfrecciare sul Lago di Garda con il surf e la vela, gareggiare in eventi internazionali e camminare alle pendici del Monte Baldo.

Nago-Torbole per la sua posizione tra montagna e lago propone vacanze attive all'insegna dello sport. È la capitale del vento, che soffia incessante per la gioia di surfisti esperti e non. Disposto ad anfiteatro sul golfo nord del lago è infatti meta annuale - grazie al suo clima mite - di appassionati di vela e windsurf che qui trovano ottime scuole e centri attrezzati, nonché eventi di respiro internazionale.

Nago-Torbole è ideale anche per chi all'acqua preferisce la terra ferma e una natura da scoprire a piedi e in mountain bike. Dal centro del paese numerosi sono gli itinerari adatti a tutti: dalle passeggiate lungolago per Riva del Garda ed Arco ai sentieri tra gli ulivi e le antiche vie di comunicazione; dalle escursioni nel Parco Naturale del Monte Baldo, il Giardino d'Europa per la sua varietà botanica, alle Marmitte dei Giganti e al Parco delle Busatte. Inoltre, per chi pratica l'arrampicata ci sono vie attrezzate per esperti e famiglie.

Antico villaggio di pescatori, nonostante la fama internazionale, ha saputo conservare assieme a Nago con cui fa comune, angoli pittoreschi e caratteristici come il porticciolo con le costruzioni della Vecchia Dogana e di Casa Beust, un tempo luogo d'incontro di artisti; la casetta del Dazio o la piazza centrale che ammaliò pittori tedeschi e lo stesso Goethe. Da visitare anche il Forte di Nago, una fortezza su due livelli con vista sul lago.