Lasa: vacanze tra i frutteti nella città del marmo

Nel cuore della soleggiata Val Venosta ad una quota di 866 m slm si trova Lasa, comune posto a soli 5 km di distanza dall'abitato maggiore di Silandro. Il paese è a poca distanza dall'imponente ghiacciaio del Gruppo dell'Ortles e salendo verso le frazioni Allitz e Tanas offre un bellissimo panorama sul Parco Nazionale dello Stelvio. Oltre a queste due frazioni il comune comprende gli abitati di Oris, Cengles, Tarnell e Parnetz.

Particolarità di questo comune che arriva a quasi 4.000 abitanti è il marmo che viene estratto dalle gallerie poste a 1600 m di quota. Conosciuto fin dai tempi romani, "l'oro bianco" di Lasa viene portato a valle grazie ad un'interessante ferrovia a scartamento ridotto che aiuta significativamente il trasporto di questo materiale dalla collocazione difficile. L'utilizzo del marmo in modo massiccio avviene a partire dai primi del '900, e continua oggigiorno grazie a due imprese locali. Oltre ad essere conosciuto a livello mondiale, la pietra di Lasa è stata utilizzata per la costruzione di numerosi edifici dell'abitato, soprattutto della sua Chiesa Parrocchiale. Viene lavorata nella rinomata Scuola di Scultura e Scalpellini del paese.

Oltre al tesoro bianco Lana è nota anche per i suoi profumati frutteti che fanno da sfondo alle rilassanti passeggiate in natura, regalano ogni anno deliziosi frutti che assieme al marmo sono i protagonisti dell'ormai tradizionale festa estiva del marmo e delle albicocche. Da non dimenticare una visita al biotopo di Cengles ed Oris che offre un'interessante varietà di fauna e di flora essendo un'area naturale protetta.