Puos d'Alpago

Il comune di Puos si trova in Alpago, nella provincia di Belluno, e costituisce una meta di vacanza insolita e interessante, sia per le molte opportunità offerte agli amanti di sport e natura, sia per le testimonianze storiche racchiuse dal capoluogo e dalle sue frazioni (Cornei, Bastia, Sitran, La Viola, Valzella e Sommacosta).

I dintorni di Puos sono caratterizzati dalla natura selvaggia e incontaminata, terreno ideale per il trekking (da ricordare l'Alta Via numero 7) e per la mountain bike, con i sentieri che nel 2006 hanno ospitato il campionato europeo. Puos è collegato a Farra d'Alpago da una piacevole pista ciclabile in ghiaia e terra battuta, adatta anche ai bambini. 
Nei dintorni di Puos si possono praticare anche l'arrampicata e l'equitazione, per non parlare degli sport velici nel vicino lago di Santa Croce.
Nell'inverno dell'Allago a farla da padrone è invece lo sci alpinismo, con molti itinerari impegnativi e panoramici, alcuni adatti anche alle racchette da neve.

La storia di Puos d'Alpago è molto antica: se le prime testimonianze scritte risalgono al XIII secolo, i ritrovamenti di monete romane e i resti del castello longobardo nella frazione di Sitran lasciano pensare ad un passato ancora più remoto.
Molte delle tracce storiche furono cancellate dal disastroso terremoto del 1873, una calamità che sconvolse la storia di questa tranquilla località alpina. Restano comunque alcune testimonianze artistiche degne di essere scoperte, legate soprattutto all'arte sacra: la chiesa di S. Bartolomeo e la chiesa di S. Andrea a Sitran, che conservano alcune tele del Fringimelica, l'antica chiesa di S. Pietro a Valzella (XVI sec), le chiese del Redentore a Bastia e a Cornei e la piccola chiesetta di S. Liberale a Valzella.

Tra le specialità gastronomiche vanno ricordati i piatti e i salumi a base di agnello, i fagioli locali chiamati "mame" e le marmellate ai frutti di bosco.