Parco Naturale Puez-Odle

Istituito nel 1977, il Parco Naturale Puez-Odle Patrimonio UNESCO copre la parte nord-occidentale delle Dolomiti, e include i gruppi montuosi delle Odle e del Puez, entrambi appartenenti alle Dolomiti di Putia, quest'ultimo tra la Val Badia e la Val di Funes. Si estende su 10.000 ettari e viene definito come il libro di storia della Terra per l'importanza geologica dei paesaggi: dalle Arenarie della Val Gardena, al calcare con chilifero, alla Dolomia del Serla... Sul territorio del parco si trovano numerosi rifugi, molte specie animali e piante.

L'area protetta è delimitata a ovest dalla Valle Isarco, a nord dalla Val Pusteria, a est dalla Val Badia e a sud dalla Val Gardena. L'intero gruppo Puez-Odle racchiude in sé a nord la Plose e il monte Gabler (che in realtà non rientrano nel parco) e il Sass de Putia (2.875 m), a sud ovest il gruppo delle Odle con il sottogruppo di Rasciesa, dove si trovano le cime più alte come la Furchetta e il Sass Rigais, entrambe di 3.025 m. A sud est si trova il gruppo del Puez, la cui cima più alta è il Piz de Puez (2.913 m).

Fra le attrattive maggiori: i ruderi del Castello di Wolkenstein, la Val Lunga, il pilone roccioso del Sassongher, i Pizes de Cir, il lago Ciampac, l'Alpe di Cìsles, la valle dei "mulini" di Longiarù. Tra le valli degne di nota ci sono la val di Lietres, la Val Scura, la Val Culea e la Vallunga.

Geologia, flora e fauna

All'interno del parco si trovano diverse formazioni geologiche tipiche delle Dolomiti, come i porfidi e le filladi, rocce caratteristiche della zone di Plose; la dolomia e l'arenaria, ammirabile nei pressi del Sass de Putia.

Il parco interessa per le bellezze del suo paesaggio. La flora è ricca di specie rare, quali il rododendro nano, l'artemisia mutellina, il raponzolo di roccia e l'artiglio del diavolo. La fauna si presenta con marmotte, camosci e cervi ed, inoltre, possiamo vedere l'aquila reale e la pernice bianca.

Cosa vedere

Il Centro Visite del Parco Naturale Puez-Odle si trova a Funes e dispone di diverse aree espositive: quella dedicata alla geologia delle Dolomiti; quella dedicata agli animali e alle piante e quella dedicata all'alpinismo e a Reinhold Messner.

I principali rifugi

Diversi i rifugi all'interno del Parco:

  • Rifugio Firenze (m. 2039)
  • Rifugio Genova (m. 2301)
  • Rifugio Puez (m. 2475)
  • Rifugio Gardenaccia (m. 2050)
  • Rifugio Stevìa (m. 2312)
  • Rifugio Malga Brogles (m. 2045)

Il Parco è attraversato dall'Alta Via n.2, chiamata anche la "via delle leggende". Tra i più importanti sentieri escursionistici ci sono il sentiero Adolf-Munkel, il sentiero natura Zannes e la via delle Odle. Inoltre, queste montagne sono mete di alpinisti ed escursionisti per le numerose vie ferrate offerte.

Come arrivare al Parco Naturale Puez-Odle

Per accedere al Parco:

  • dalla Val Gardena
  • dall'Alta Badia
  • dalla Val Badia
  • dalle Valli di Fùnes e Eores
  • dalla "Dolomitenstrasse" che da Bressanone valica il Passo delle Erbe e porta in Val Badia: come gli altri parchi vicini offre flora e fauna ricchissime, e vedute spettacolari.

Centro Visite Parco Naturale Puez-Odle
Trebich 1, San Magdalena
39040 Val di Funes
Tel. +39 0472 842 523

Il centro è aperto da inizio maggio a fine ottobre e da fine dicembre a fine marzo dal martedì al sabato, dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.00. In luglio e agosto il Centro visite è aperto anche di domenica.

Hotel