Pescare in Trentino

Per chi vuole provare questo sport rilassante a contatto con la natura, il Trentino è la meta ideale che con i suoi quasi 300 laghi alpini e gli oltre 2000 km di corsi d’acqua offre diverse zone di pesca (molte delle quali no kill), apprezzate soprattutto dagli amanti della pesca a mosca. 

Val di Sole
Tra le Dolomiti di Brenta, il gruppo Ortles Cevedale e il Parco Nazionale dello Stelvio, ci sono 130 km di torrenti, 13 laghi alpini, 3 zone di pesca no-kill per pesca con la mosca, 2 zone di pesca trofeo per esche artificiali, 2 riserve no-kill per pesca con la mosca, 1 riserva turistica con semina trote di grossa taglia ed un laghetto di pesca sportiva. 

Nei torrenti Noce, Vermigliana, Meledrio, Rabbies e nei numerosi laghi della valle, si possono pescare delle trote iridea, fario, marmorate e dei pregiati salmerini. Si può praticare la pesca anche nei laghi artificiali come il bacino di Pian Palù, il lago di Fazzòn (Lago dei Caprioli) ed il Magic Lake (Commezzadura).

Valli Giudicarie e del Chiese
La zona dell’Alto Sarca vanta 300 km tra acque correnti e lacustri, alcune a carattere torrentizio e soggette al disgelo, altre a carattere fluviale con portate regolari. Questa zona offre acque a gestione ordinaria, zone no kill, zone di pesca con trasferimenti interni, zone di pronta pesca e Riserve Speciali. La popolazione ittica è composta da trote marmorate, anche di grossa taglia, fario autoctone e di immissione, iridee, ibridi, temoli e, nei diversi laghetti di alta montagna, i salmerini.

Nella Valle del Chiese ci sono 5 aree no kill, oltre alle zone speciali di Borgo Chiese e Val di Fumo. Ci sono anche diversi laghi dove pescare, come il Lago Mare, Lago Casinei, Lago di Copidello, Lago di Campo, Lago di Nudole, Lago di Malga Bissina, Lago di Malga Boazzo, il Lago di Ponte Morandino, il Lago di Cimego, il Lago di Roncone, il Lago d’Idro e il Lago d’Ampola.

Val di Non
I posti migliori per pescare in Val di Non sono le acque tranquille di Santa Giustina, del lago di Tovel, del lago Smeraldo o dei laghetti di Coredo e Tavon. Si può pescare anche lungo i torrenti Rio Sass, Novella, Pescara e lungo il fiume Noce. 

Terme di Comano
Sede dei Campionati europei e mondiali di pesca a mosca, le Terme di Comano si stanno preparando per i Campionati Mondiali di Pesca per le categorie Master, Women and Young che avranno luogo nell’estate del 2022. 

Madonna di Campiglio
A due passi da Madonna di Campiglio, si può pescare lungo il rio Vallesinella (no kill), nelle vicinanze del Parco Naturale Adamello Brenta o nei Laghi di San Giuliano, Nambino e Garzonè.

Vallagarina
I luoghi più suggestivi della Vallagarina sono il fiume Adige, dove pescare trota marmorata e temolo, i torrenti Leno di Terragnolo e Vallarsa, Sorne, Cavallo, Astico, Aviana, Ala, dove si trovano trota fario e marmorata, il lago di Speccheri, il bacino della Busa, il bacino di San Colombano, il lago Prà da Stua e il lago di Cei

Val di Fiemme
In Val di Fiemme si può pescare lungo il torrente Avisio, il regno della trota marmorata, lungo il Canyon del torrente Travignolo, ideale per gli amanti della pesca a mosca secca, o nei laghi alpini della catena del Lagorai, habitat ideale per la trota fario e il salmerino alpino. Il bacino artificiale di Fortebuso è perfetto per giornate tranquille di pesca.

Valle di Cembra
Nella Valle di Cembra si può pescare lungo il torrente Avisio, nei laghi Santo di Cembra, di Lases o di Santa Colomba. Anche l’Altopiano di Piné offre al pescatore diversi spot di pesca. Il lago delle Piazze è uno specchio d'acqua dove pescare trote iridee e fario, persici, cavedani, scardole e anguille. Il lago di Serraia presenta una buona popolazione di lucci, persici, anguille e immancabili cavedani, anche di grosse dimensioni. Il lago delle Buse con i suoi prati è perfetto per pescare e rilassarsi in famiglia. Ed infine, il Rio Brusago è un piccolo torrente per gli amanti delle fario selvatiche.

Hotel: Trentino e dintorni