Museo della Grande Guerra in Marmolada

Il 9 giugno 1990 nella stazione funiviaria di Serauta, sorta nelle vicinanze della "zona monumentale", venne inaugurato il Museo della Grande Guerra che oggi presenta, magnificamente esposti, una grande quantità di materiale, storico e documentaristico, di reperti risalenti agli anni del conflitto bellico, molti dei quali provenienti dal territorio di guerra circostante.
Tra le molte persone che hanno lavorato per rendere possibile l'allestimento e l'apertura del Museo ricordiamo il dott. Mario Bartoli, Intendente del Museo, la società "Funivie Tofana-Marmolada" e il Commissariato Generale Onoranze Caduti in Guerra.

Il Museo si può visitare nel periodo in cui funzione la funivia e l'ingresso è gratuito. Si situa in un luogo teatro di scontri tenaci fra italiani e austroungarici. Dai sui ampi finestroni sono ben visibili, e visitabili, le postazioni dei due eserciti.

Lo si può considerare unico nel suo genere per tre motivi:

1) E' il museo più alto d'Europa poiché è posto a 2.950 metri ai bordi del ghiacciaio in un eccezionale teatro di operazioni;
2) Per la sua ubicazione, ricorda non solo gli uomini che combatterono in Marmolada, ma anche tutti quelli che lottarono in alta montagna;
3) Ricorda e onora imparzialmente, al di sopra di ogni ideologia politica e di confine, tutti gli uomini che combatterono e soffrirono per la sopravvivenza sul ghiacciaio e sulle rocce della Marmolada.

Nel Museo sono stati raccolti 450 reperti tra i quali armi leggere, divise, oggetti personali, oggetti di uso in zona d'operazione, lettere, documenti, fotografie che appartennero a soldati italiani e austriaci.

In tema di musei ricordiamo che anche all'arrivo della seggiovia che da Capanna Bill porta al Padon vi è un piccolo museo di reperti bellici, molto ben curato e fornito.

Hotel