Bici

Ciclabile della Valsugana

Difficoltà:

Mediamente difficile

Lunghezza:

80 km

Dislivello:

300 m

Ore:

06:00

Partenza: Pergine Valsugana

Arrivo: Bassano del Grappa

Percorso: circa 80 km

Dislivello: non significativo, percorso prevalentemente pianeggiante

Tempo: 7 ore

Difficoltà: media

Tipologia di fondo: Asfaltato

Tipo di pista: Ciclabile

Traffico: Limitato e misto per alcuni tratti comunali

La pista ciclabile che collega la località di Pergine Valsugana, a Pianello Vallon, paese a confine fra Trentino e Veneto, è chiamata la ciclabile della Valsugana e si snoda su un percorso lungo 45 km, con la possibilità poi di proseguire fino a Bassano.Il tracciato regala agli amanti della bicicletta un'immersione a pieno nella storia, cultura e paesaggi naturali, il tutto lungo le rive del fiume Brenta su una strada di facile percorribilità, per lo più pianeggiante e prevalentemente asfaltata. Un bell'itinerario cicloturistico per tutta la famiglia, da percorrere in circa 5 ore.

La pista ciclabile della Valsugana percorre numerose località, molte delle quali presentano importanti attrattive che comportano un valido motivo per una fermata in loco. Inoltre in diversi posti lungo il tracciato ci sono i Bicigrill, aree dove sostare per riposarsi e raccogliere informazioni.

Il periodo migliore per avventurarsi su questo tracciato è dalla stagione primaverile fino all'autunno.

La pista ciclabile della Valsugana ha inizio dalla piccola frazione di Valcanover, e procede poi lungo il lago di Caldonazzo in direzione di Calceranica al Lago. Prima dell'entrata in paese, c'è un attraversamento su mensola a sbalzo che permette di osservare una meravigliosa vista del lago con le montagne che si riflettono sulla sua superficie. Dopo aver attraversato l'abitato, facendo attenzione alla segnaletica ciclopedonale si prosegue fino a Caldonazzo, si procede in centro e si attraversa la piazza principale del paese. Avanzando lungo il percorso, ci s'inoltra nelle campagne confinanti, per allacciarsi in seguito all'area ciclopedonale e giungere così a Levico Terme. Si continua poi sulla ciclabile che si articola lungo il fiume Brenta in direzione Borgo Valsugana immersi in un paesaggio caratteristicamente agricolo, presenza principale del fondovalle.

Giunti a Novaledo si lascia la pista ciclabile della Valsugana per immettersi sulla "Cicloturistica Destra Brenta" e, passata la strettoia di Marter, si abbandona questa pista per inserirsi sulla ciclopedonale e portarsi sull'argine opposto del fiume Brenta. Arrivati nella piana di Borgo Valsugana, si passa nella località di Roncegno, dove si può vedere il biotopo "Palude di Roncegno", si entra poi nel paese di Borgo Valsugana e lo attraversa seguendo sempre il corso del fiume. Le tappe successive, che sono raggiungibili grazie ad alcuni attraversamenti da una sponda all'altra del fiume, sono principalmente i paesi di Ospedaletto, Grigno, Pianello Vallon e Bassano del Grappa, a confine con la provincia di Vicenza e ultima tappa in territorio trentino del percorso ciclabile della Valsugana.