Sci di fondo in Val Comelico

Posta all'estremo nord d'Italia, tra la Carnia, la Pusteria e l'Austria, la Val Comelico si estende in un succedersi ininterrotto di paesi con la splendida cornice di montagne, boschi di abeti e prati. Il capoluogo è Santo Stefano di Cadore, da cui si raggiungono gli attrezzati centri sciistici di Padola e di Passo Monte Croce Comelico che offrono splendide piste per lo sci di fondo, sempre battute, sicure e tecnicamente valide, oltre alle scuole di sci con qualificati maestri. E' presente uno Stadio del Fondo a Padola nel quale si svolgono gare, anche a livello internazionale.

Ben 30 chilometri di piste sono state adibite allo sci nordico e si diramano da Padola a Valgrande e Selvapiana. Perfettamente battute sono ideali per lo skating e la tecnica classica. Un anello di 1,5 km illuminato permette lo sci in notturna. Lo sci di fondo a Sappada è praticabile su un tracciato che complessivamente raggiunge i 15/20 km tra i boschi e sugli anelli per i principianti.

La pista da fondo "Passo Monte Croce" è lunga circa 2 km, è facile e procede con 350 m di dislivello. Inoltre per chi neanche la sera vuole fermarsi, a Santo Stefano di Cadore c'è la pista illuminata "Gei", lunga 2 km, adatta a tutti, anche ai meno esperti.

Hotel