Castello di Rodengo

Castel Rodengo si trova nei pressi del paese omonimo, vicino a Bressanone, dove inizia la Val Pusteria. Si tratta di una delle fortezze medievali più grandi e possenti dell'Alto Adige che, dalla sua posizione dominante sulla gola della Rienza, lascia ancor oggi tutti a bocca aperta. Aperto al pubblico, il castello ospita al suo interno un museo con mobilio tardo-rinascimentale, spesso usato per cerimonie nuziali, e il famoso ciclo d'affreschi sulla leggenda del cavalier Iwein.

Il Castello di Rodengo fu fatto costruire da Friedrich von Rodank nel 1140, su di uno spuntone roccioso che dominasse dall'alto tutta la vallata circostante. Quando il maniero passò nelle mani della famiglia dei Wolkenstein durante il XVI secolo, la struttura originaria venne ampliata, trasformando Castel Rodengo in una delle roccaforti più grandiose e potenti del territorio.

Oggi il castello di Rodengo offre ai visitatori un edificio ben conservato con ponti i levatoi, le torri merlate, il serraglio e l'antica corte; all'interno si possono ammirare la camera delle armi, la cappella dedicata a S. Michele ed il museo con mobili risalenti al periodo tardo-rinascimentale.

Da non perdere assolutamente sono gli affreschi del "Ciclo Iwein" dell'epoca dei cavalieri di Hartmann von Aue: gli 11 dipinti, risalenti al XIII secolo e rinvenuti solo nel 1972, rientrano tra i primi esempi di pittura artistica medioevale in Europa.

Il castello può essere visitato solo con guida.

Orari d'apertura:
dal 1 giugno al 1 novembre, sabato chiuso.
Visite guidate: tutti i giorni alle ore 11.30 e alle ore 14.30; dal 15 luglio al 31 agosto visita guidata straordinaria anche alle ore 15.30.
Dal 15 ottobre è prevista ogni giorno una visita alle ore 15.30.

Per maggiori informazioni:
Castel Rodengo
tel. +39 0472 454056