Castel Bragher

Il magnifico Castel Bragher sorge a nord del comune di Taio, precisamente sulla via che collega il paese a Tres.

Il nome del castello è legato al suo primo proprietario, Bragherio di Coredo, che lo ottenne come feudo durante il XIII secolo.

Il nucleo originario di Castel Bragher era costituito dalla torre centrale, dalla quale si sorvegliava la strada che portava a Coredo; quando il castello passò in mano alla famiglia Thun, l'edificio fu ampliato e sviluppato, fino ad assumere l'aspetto raffinatissimo che lo caratterizza ancor oggi.



La copertura degli edifici di Castel Bragher è caratterizzata dalle cosiddette "scandole", tegole in legno di larice e, a ridosso del burrone del rio delle "Sette Fontanelle", si erge la cilindrica Torre della Pece, il cui nome fa rifermento all'originale tecnica di difesa contro gli attacchi nemici.
Nel cortile, infine, si trova la chiesetta di S. Celestino, consacrata nel 1452 e ingrandita nel Seicento, in cui è conservato il ciclo di affreschi del Quattrocento sulla Passione di Cristo, realizzati dall'artista Jacopo Sunter.

Oggi Castel Bragher, di proprietà dei discendenti dei Thun, non è aperto al pubblico. Dall'esterno si possono comunque ammirane alcune parti, come le mura merlate e il ponte d'accesso al maniero.