Col Margherita Park: parco tematico e balconi panoramici

Sul Col Margherita si trova un interessante parco tematico interattivo. Al suo interno si possono scoprire tutti i segreti delle Dolomiti, dichiarate patrimonio naturale dell’UNESCO dal 2009.

Grazie alla bellezza incommensurabile delle Dolomiti trentine e bellunesi che circondano il Col Margherita e alla collaborazione con il MUSE – museo delle scienze di Trento – e il geologo dott. Claudio Valle è stato possibile creare un progetto il cui intento è quello di trasmettere nozioni scientifiche sulla storia e sulla geologia dolomitica in modo giocoso e mediante l'uso di 3 diverse installazioni in quota facilmente raggiungibili con la funivia Col Margherita. I pannelli informativi sono stati creati per stuzzicare la curiosità sia di grandi che di piccini. Vengono infatti illustrate curiosità sui vulcani, ghiacciai, isole, fondali marini, ere geologiche e testimonianze fossili.

I tre pannelli sono stati denominati rispettivamente: “Isole o montagne?”, “In equilibrio sul tempo” e “Il timone delle Dolomiti”.

Isole o montagne?
Si tratta di un viaggio alla scoperta delle Dolomiti, una sfida che porta i visitatori alla ricerca di fossili e di reperti che caratterizzano ognuno dei 9 gruppi dolomitici. In questi gruppi montuosi c’è un numero elevato di testimonianze incassate nelle rocce. Milioni di anni fa nelle Dolomiti nacquero e vissero veri organismi viventi che, con il prosciugarsi delle acque dei mari, furono per sempre ricoperti dai depositi marini.

In equilibrio sul tempo
È il secondo pannello di tre installato in cima al Col Margherita. Questo porta gli escursionisti in un sentiero lungo 300 metri, dove ogni metro equivale a 10 milioni di anni. Un viaggio breve, ma attraverso le ere geologiche e le principali tappe della nascita delle Dolomiti.

Il timone delle Dolomiti
Giunti sul punto più alto del Col Margherita, a più di 2.500 metri di quota, si arriva il Timone delle Dolomiti. Un timone interattivo che consente di giocare con i profili delle circostanti cime dolomitiche, sfidando sé stessi e gli amici ad indovinare quali sono i nomi corretti delle montagne.

I balconi panoramici del Col Margherita

Salendo a piedi o con la funivia sul Col Margherita si superano i 2000 metri di quota. Nelle giornate limpide di sole si riesce a godere di un panorama mozzafiato. Lo sguardo riesce a spaziare sulla sottostante vallata del Passo San Pellegrino, sulle principali cime dolomitiche fino alle Prealpi Venete e ai lontani ghiacciai dello Stelvio. Con una breve passeggiata appena sopra la stazione a monte della funivia si possono raggiungere due balconi panoramici, realizzati esclusivamente con materiali naturali della zona. Oltre alle terrazze sono state installate delle panchine, dei puntatori e dei pannelli informativi che illustrano le cime dolomitiche circostanti e la loro conformazione geologica.

Il primo pannello guarda in direzione nord/ovest verso il Gruppo del Latemar fino alla Marmolada, mentre il secondo è rivolto verso sud/est e guarda dalle Pale di San Martino fino alla Catena del Lagorai.

Sempre sul Col Margherita è presente anche un piccolo parco giochi dedicato ai bambini. Si tratta di un’area recintata con scivoli, altalene e delle piccole casette. Un’occasione unica per i bambini che possono giocare in tutta tranquillità senza pericoli e per i genitori che possono approfittare di un momento di totale relax immersi nella natura.

Hotel