L’Astrovillaggio di Collepietra e il Planetario Alto Adige

Ad 823 m di altitudine nel comune di Cornedo, sopra il paese di Collepietra in Val d’Ega (BZ), si trova il primo ed unico Astrovillaggio in Europa. Grazie alla sua posizione strategica sul soleggiato altopiano della Val d’Ega, il parco scientifico gode di una strepitosa vista sul cielo stellato altoatesino. Al suo interno si possono visitare l’Osservatorio astronomico Max Valier con il telescopio Cassengrai del diametro di 80 cm; la cupola con l’Osservatorio solare Peter Anich; il Sentiero dei pianeti (sempre accessibile) che mette in evidenza i rapporti di grandezza, i diametri e le relazioni dei corpi del sistema solare. Sempre lungo il sentiero è possibile studiare anche le dimensioni dei pianeti e le distanze delle stazioni planetarie per le quali è stato usato un rapporto in scala da 1:1 miliardo; la meridiana, ovvero un globo con rilievi della superficie terrestre, costruito in marmo, che permette di studiare l’asse terrestre, l’equatore, le stagioni, i marcatori, l’equatore, il passaggio dal giorno alla notte, il tropico del Cancro e del Capricorno.

Osservatorio astronomico Max Valier

In località San Valentino in Campo di Sopra si trova l’unico osservatorio in Alto Adige, gestito dall’Associazione Astronomi amatoriali Max Valier. Ogni giovedì sera, durante tutto l’anno, si effettuano interessanti visite guidate. (Consigliata la prenotazione).

Osservatorio solare Peter Anich

Anche in questo osservatorio, le visite guidate permettono di osservare il sole e tutto ciò che è strettamente legato all’astronomia. Per assicurarsi una visita bisogna prenotare presso il Planetarium Alto Adige

Planetario Alto Adige

Nella piazza centrale del Comune di Cornedo all’Isarco in Alto Adige si trova una sala di simulazione che permette di fare un viaggio nello spazio, alla volta del pianeta Marte o Venere. Dal 2013 è possibile osservare il mondo e l’universo da un prospettiva diversa, ma si possono studiare anche le stelle e altri aspetti ambientali come per esempio il sorgere e il tramontare del sole, la formazione delle nuvole, il fenomeno delle stagioni, la formazione delle Alpi, le meravigliose Dolomiti, lo spostamento dei continenti e le domande sul futuro. Grazie all’aiuto di professionisti come l'astronomo Luca Cipriani e l'astrofisico David Gruber, si può vivere un viaggio indimenticabile attorno al Pianeta Terra e verso mondi distanti anni luce.

A differenza dell’osservatorio astronomico, nelle sale del Planetario il cosmo viene mostrato mediante l’aiuto di strumenti ottici 3D molto precisi, insieme ad un ottimo sistema acustico. Sistemati su comode poltrone come all’interno di un’astronave, 55 fortunati ospiti possono partire per un viaggio intergalattico. La combinazione tra uno schermo a cupola di 8 metri che sovrasta i turisti, immagini fulldome 3D a 360° (altissima definizione) e un suono stereofonico permettono di trasportare le persone nel cuore degli eventi cosmici regalando emozioni strepitose.

Ciò che rende unico questo Planetario, rispetto agli altri nel mondo, è proprio la perfezione delle proiezioni, con immagini in movimento in 3D fulldome (a tutta cupola). Con questa tecnologia gli spettatori hanno la possibilità di immergersi completamente nelle scene in 3D. Inoltre, l’elevata risoluzione di circa 12 milioni di pixel per 8 m, rende la struttura di San Valentino in Campo davvero esclusiva.