Zoldo Alto: sci ed escursioni sul Civetta

Zoldo Alto, inserita al centro delle Dolomiti di Zoldo, tra cui spiccano il Pelmo e il Civetta, è una delle porte di accesso allo Ski Civetta con oltre 80 km di piste e punto di partenza per le famose arrampicate sul Civetta. Ricco di cultura, offre un ottimo gelato artigianale.

Zoldo Alto non esiste come comune, ma è un agglomerato sparso di piccole frazioni, ed è composto da due vallate, quella che scende da Forcella Staulanza e quella selvaggia di Goima che scende dal Passo Duran. Caratteristica del paese sono le montagne che la circondano, prime fra tutti il Civetta e il Pelmo, ottime mete di escursioni, arrampicate e vie ferrate e i caratteristici tabià, spesso trasformate in abitazioni per turisti.

D'inverno diventa meta dello sci per la sua vicinanza con uno dei più bei comprensori sciistici, quello dello Ski Civetta, facilmente raggiungibile dalla frazione di Pecol. Qui ci sono 30 km di piste, che diventano 80 se si considera l'intero comprensorio, sul quale è possibile praticare sci da discesa e snowboard, anche di sera su ben tre piste illuminate.

Per gli amanti del fondo a Zoldo Alto, nei pressi di Palafavera, ci sono invece alcuni anelli, che si sviluppano tra splendidi scenari nel bosco, mentre un attrezzato snowpark illuminato attende i patiti della tavola. Ma qui si può anche pattinare, camminare con le ciaspole e scendere con lo slittino.

In estate la neve lascia spazio a verdi prati e montagne che è bello scoprire a piedi o in mountain bike. Zoldo Alto è punto di partenza per raggiungere il Civetta, le Moiazze e il Pelmo, noti per le loro arrampicate, scalate e vie ferrate. Tra queste, da provare l'escursione che porta al Pelmetto dove ammirare le orme di dinosauri impressi nella roccia, oppure la Via Ferrata degli Alleghesi e quella di Attilio Tissi, tra le più note e apprezzate fra escursionisti ed alpinisti.

Una vacanza a Zoldo, nei pressi dello Ski Civetta, è anche sinonimo di cultura. Tante sono le testimonianze da scoprire camminando nei fondovalle. A Brusadaz si trova ad esempio il vecchio mulino Costa, mentre poco fuori dall'abitato sono visibili i resti delle vecchie miniere. Notevoli sono anche alcune antiche case, come Casa Rizzardini, i mulini e la chiesa di Fusine e Mareson, che contengono sculture lignee di Andrea Brustolon. E tra una passeggiate ed un'escursione, provate il gelato artigianale: d'altronde, siete nella valle del gelato!

Hotel: Zoldo Alto

Eventi: Zoldo Alto

Altre strutture: Zoldo Alto

Itinerari: Zoldo Alto

Articoli: Zoldo Alto

Le ville nel paesaggio prealpino della provincia di Belluno

La peculiarità delle ville del Bellunese è determinata dall'adeguamento di un modello abitativo all'ambiente circostante ed alle attività ad esso connesse. A sua volta la villa, con l'insieme dei suoi elementi (corpo...

Il Monte Pelmo

Il Pelmo è una delle montagne più conosciute ed amate delle Dolomiti Bellunesi, situata tra la Val di Zoldo, la Valle di Boite e Selva di Cadore.

Noto anche come "caregon de 'l Padreterno", per la...

placeholder

Civetta e Val di Zoldo: vacanze in montagna tra sci ed escursioni

La Val di Zoldo è una delle tre valli incluse nello Ski Civetta, insieme alla Valle del Cordevole e alla Val Fiorentina. Uno dei comprensori più vasti e avvincenti delle Dolomiti, lo Ski Civetta è il sogno di ogni...