Il Carnevale dei Mocheni

Carnevale

Dove:

Palù del Fersina

In Valle dei Mocheni, situata a 20 km da Trento, raggiungibile dalla Valsugana, ogni anno si ripete un rito antichissimo, il Carnevale dei Mocheni: quest'anno il martedì grasso cade il 25 febbraio e a Palù del Fersina come di consueto un lungo corteo di ragazzi, preceduti dalle tre figure principali, si spostano di maso in maso per portare prosperità ed abbondanza. Il lungo corteo termina con un grande falò.

Il Carnevale dei Mocheni si compone di tre maschere caratteristiche, il Bècio, la Bècia e l'Oertrager (il portatore di uova), che percorrono i sentieri per raggiungere gli 8 masi del paese, seguiti da un gruppo di coscritti del paese.

Il Bècio ha un copricapo di pelle di capra, che termina con due punte ornate di campanellini, una lunga camicia di canapa bianca, fermata da un cinturone di cuoio e una vistosa gobba fatta con il fieno. La Bècia ha un semplice capellino in testa. Entrambi hanno il viso pitturato di nero e in mano portano, il Bècio un bastone, e la Bècia uno scopino. Der Oertrogar ha un vestito scuro su cui sono posti degli ornamenti e sulle spalle porta una cassetta dove vengono sistemate le uova.

Dopo aver visitato gli 8 masi del paese e le osterie, dove i due protagonisti simulano la loro morte, con lettura del testamento, il corteo di carnevale termina al tramonto con il rogo della paglia della gobba del bècio, tra musica e danze.

L'ultima domenica di carnevale, infine, si svolge una grande festa in piazza a Fierozzo e Sant'Orsola.