04-09-2017

Termina l'evento #dolomitesvives, presente anche dolomiti.it

Ridiamo a queste montagne non soltanto il silenzio, ma la tranquillità (R. Messner)

Mercoledì 30 agosto si è concluso il progetto #dolomitesvives, l’iniziativa voluta dalle Province autonome di Trento e di Bolzano in collaborazione con la Fondazione Dolomiti UNESCO che nei mesi di luglio e agosto ha portato alla chiusura alle auto del Passo Sella, in nome della tutela ambientale, della sostenibilità e della mobilità eco-compatibile.
In quest’ultima giornata era presente anche Dolomiti.it che silenziosamente su una BMW i8, la nuova auto sportiva moderna e sostenibile con potente sistema ibrido plug-in messa a disposizione dal partner tecnico Gruppo Motorsport, ha voluto rendere omaggio a queste splendide montagne.

#dolomitesvives: scoperta, sostenibilità, mobilità

In questi nove mercoledì estivi si è potuto raggiungere il Passo Sella solo con biciclette, a piedi e con i mezzi di trasporto pubblico locale o elettrici, con partenza da Ortisei e Selva Valgardena in Val Gardena e da Canzei in Val di Fassa ogni 15 minuti e dalla Val Badia ogni 60 minuti.
Buona l’affluenza di pubblico: il Passo Sella è stato il regno incontrastato dei ciclisti, degli escursionisti e degli amanti della natura che hanno potuto scoprire il fascino delle Dolomiti in modo responsabile, ecologico e sostenibile, grazie anche ai numerosi eventi organizzati, suddivisi in tre tematiche, musica, gusto e miti: spettacoli teatrali e concerti jazz, eventi enogastronomici nei rifugi, showcooking, escursioni guidate per conoscere geologia e paesaggi dolomitici e incontri.

Non sono ancora disponibili i dati ufficiali dello studio realizzato da EURAC, in collaborazione con l’Ufficio aria e la Ripartizione mobilità, che analizzerà l’impatto della chiusura al traffico del valico sulla quotidianità di residenti e ospiti e sulle attività dedite al turismo, ma i dati appaiono già positivi: circa 200-300 le persone presenti ad ogni appuntamento. Adesso si attende ottobre, quando saranno disponibili i dati del monitoraggio di questo progetto-pilota, utili e fondamentali per capire quali strategie adottare per il futuro delle Dolomiti. Un futuro fatto di sostenibilità, silenzio e basso inquinamento.

Dolomiti.it: un mercoledì green al Passo Sella

Scegliendo come tema della sua giornata il silenzio, il CEO e fondatore di Dolomiti.it David Pirrello, la Socia e Brand Manager Emily Louise Simonis e il Socio Diego De Battista, hanno raggiunto il Passo Sella con la BMW i8 dello sponsor Gruppo Motorsport, un’auto di lusso dall’innovativa architettura e dal carattere sportivo che, grazie alla tecnologia BMW eDrive e al motore a benzina a 3 cilindri BMW TwinPower Turbo da 1,5 litri, unisce i vantaggi del motore elettrico e di quello a benzina.

Con partenza dal Plan de Gralba in modalità puramente elettrica – è possibile scegliere la modalità COMFORT viaggiando così senza il supporto del motore a combustione quasi fino all’esaurimento della batteria, od ECO PRO – è stato possibile raggiungere comodamente e in maniera totalmente sostenibile il Passo Sella, confondendosi tra pedoni e biciclette. Qui, lo spettacolo è davvero unico: il gruppo del Sella e quello del Sassolungo in tutta la loro imponenza.

Una bella esperienza e non solo. Un’occasione “per testare la sostenibilità della chiusura dei passi in modo da farci un’idea nostra e poterla sviluppare nel tempo anche nel nostro portale”, ha commentato il CEO David Pirrello. L’impegno di Dolomiti.it è da sempre quello di rappresentare al meglio il territorio dolomitico, e lo sarà sempre di più nei prossimi anni: “Tra vent’anni vogliamo continuare a rappresentarlo. E ci stiamo domandando oggi quello che accadrà nel tempo. La sostenibilità, la chiusura dei passi, gli eventi che si potranno fare per continuare ad avere un turismo di qualità e che valorizzi questo territorio. Oggi ci stiamo domandando qual è il percorso giusto da fare.”

Un percorso che Dolomiti.it sta studiando e realizzando nel progetto One land One brand con l’obiettivo di trasformare il portale in un'unica grande destinazione turistica centrata in maniera totale sul territorio dolomiticoquello che vogliamo è l’identificazione del domino dolomiti.it, di questo brand con la destination. Deve esserci questo nome che veicola qualsiasi tipo di informazione: l’aspettativa, la richiesta, il desiderio, l’informazione, il viaggio deve essere rappresentato dal brand dolomiti.it.

Una giornata importante che si è conclusa con l’evento Cook The Mountain Dolomites Taste Tour, perché la sostenibilità passa anche dalla tavola. 6 rifugi e altrettanti chef stellati hanno proposto un percorso enogastronomico nel rispetto dell’ambiente durante il quale si sono potuti degustare, da rifugio a rifugio, i migliori prodotti selezionati dell’Alto Adige.
Un progetto iniziato due anni fa e ideato dallo chef Norbert Niederkofler per dare identità alla cucina di montagna, valorizzando il sapere, le tecniche d’alta quota e la sostenibilità in cucina.

Hotel