dal 01-03-2017

Candidatura Unesco per la sfilata dell’Egetmann

Gli organizzatori della tradizionale sfilata carnevalesca dell’Egetmann di Termeno/Tramin hanno inviato la candidatura della manifestazione all’UNESCO per farla dichiarare come Patrimonio Immateriale. A Termeno, patria anche del vino Gewürztraminer, si tratta di un vero momento di festa per ricordare alla popolazione la storia, la tradizione e la profonda cultura altoatesina. 

Si tratta di un evento che oramai ha una tradizione secolare, ma che continua a richiamare oltre 10.000 spettatori tra turisti e locali. La si può definire come una rappresentazione giocosa di riti contadini inseriti in un finto corteo nuziale. Nella mascherata si trovano molte figure simboliche con origini antiche e si possono dividere in quattro momenti principali: I. L’esordio con delle figure spaventose; II. La cerimonia rappresentata dall’aratura e dalle nozze dell’Egetmann; III. La burla con dei personaggi del mondo contadino; IV. L’epilogo.

Nell’edizione del 2017 erano presenti anche il sottosegretario Dorina Bianchi, del ministero dei Beni e attività culturali e del turismo, ed Enrico Vicenti, il segretario generale della commissione nazionale Unesco.

Gli organizzatori hanno proposto all’Unesco di far entrare la Sfilata dell’Egetmann nella lista dei beni come patrimonio immateriale (una categoria aperta solo nel 2006) poiché è un evento con una narrazione del tutto originale, che si svolge - ogni due anni - oramai da tantissimo tempo coinvolgendo tutta la popolazione locale e soprattutto le nuove generazioni. La vittoria di questa candidatura significherebbe entrare in una lista di riconoscimenti che vanta oggi solo sette nomi italiani sui 429 mondiali.

La candidatura, inviata quest'anno, permetterà all’Egetmann di concorrere per vincere la candidatura nel 2018. Ogni anno ogni nazione può inviare un solo candidato. La proposta italiana per il 2017 sarà l’arte della piazza napoletana. 

Vuoi saperne di più sulla sfilata? Leggi l’articolo: Sfilata dell'Egetmann.

Potrebbe interessarti anche:

Arte e Cultura

Non solo montagne in Dolomiti! Tra valli e pendii arte, cultura e architettura alpina sono riconosciute a livello mondiale. Grazie alla sua fama, sono stati girati moltissimi film che ancora oggi vengono riproposti nei cinema. Grandi scalatori dolomitici, sopravvissuti a situazioni estreme, hanno scritto delle loro esperienze: libri che narrano di avventure, paure e esperienze uniche. Purtroppo, storia, nelle Dolomiti, significa anche Grande Guerra: moltissimi i soldati caduti per proteggere la loro patria di cui, oggi, è possibile ammirare le moltissime testimonianze, tra storia e tradizione, sulle cime di montagna

Benessere e Relax

Cosa c’è di meglio di una bella sauna o di un idromassaggio bollenti in mezzo al bosco? Nelle Dolomiti benessere, salute e relax sono sempre al primo posto. La moltitudine di differenti bagni, massaggi e trattamenti che si possono fare nei curati centri Spa & wellness è infinita, non c’è che da scegliere! Bagni agli oli essenziali, bagni di fieno, bagni ai sali marini, massaggi hot stone, massaggi shiatzu, linfodrenaggi e ancora docce tropicale, massaggi ayurvedici e saune di ogni temperatura

Gusto

Immergiti nel mondo delle Dolomiti assaporando le specialità tipiche della tradizione, i piatti e le ricette popolari delle aree alpine di queste montagne. Prova la ricetta tipica del vin Brulè o dello strudel di mele per stupire i tuoi cari in ogni momento. Non lasciarti sfuggire le degustazione di vini organizzate nei masi e nei rifugi. Il gusto dolomitico è un’esperienza tutta da vivere