Ski area Marmolada

La ski area della Marmolada, l'imponente montagna che separa il Bellunese dal Trentino, è uno dei comprensori sciistici più panoramici delle Dolomiti. Le piste da sci sono ben tenute e solcano il ghiacciaio fino a valle: dal suo punto più alto parte ad esempio una delle più belle piste dell'intero arco alpino. La ski area è apprezzata anche per le possibilità di fuori pista, sci di fondo e sci alpinismo.

L'area sciistica della Marmolada regala spettacolari piste da sci da discesa sul ghiaccio, di medio - alta difficoltà, e panorami che rendono una sciata sulla Regina delle Dolomiti un'esperienza indimenticabile. Sulla Marmolada è possibile praticare tutte le specialità dello sci: discesa, fondo, sci alpinismo, snowboard, telemark, carving e fuori pista. Per gli amanti dello sci da fondo proprio a Malga Ciapela si sviluppano alcuni anelli. Nell'area, inoltre, è presente una scuola di sci e il Kinderheim "La Casetta incantata di Biancaneve" situato nei boschi di Malga Ciapela. Ed è possibile intraprendere diversi ski tour: Tour della Marmolada, Sellaronda e Giro della Grande Guerra. Una particolarità della ski area è la presenza di diversi hotel situati nei pressi degli impianti e delle piste.

Già alla fine della Prima Guerra Mondiale numerosi sciatori iniziarono a frequentare la Marmolada, che già dal 1948 venne dotata , prima in Italia, di una seggiovia. Oggi, per raggiungere le piste da sci della Marmolada, su cui si può sciare da fine novembre a maggio, si può utilizzare la seggiovia del Passo Fedaia oppure la famosa funivia che parte da Malga Ciapela, suddivisa in tre tronconi rinnovati negli anni scorsi, che consente di raggiungere in 12 minuti Punta Rocca, la vetta più alta, da dove parte una lunghissima pista: La Bellunese.

Per chi non volesse avventurarsi sul ghiacciaio o desidera provare altre piste, da qualche anno Malga Ciapela e la Marmolada, entrate a far parte del circuito Dolomiti Superski, sono collegate alla ski area di Arabba, attraverso il Passo Padon, che consente di accedere poi al lungo e interessante itinerario del Sellaronda per un totale di circa 400 km di piste tutte collegate tra loro.

 

Non solo sci

Chi non scia trova molti modi per passare il tempo. Ad esempio, utilizzare la funivia permette anche agli appassionati di storia e natura di vivere un'avventura che va oltre lo sci. Infatti, nella seconda stazione di arrivo, quella di Serauta, è possibile soffermarsi per osservare il Museo della Grande Guerra che conserva reperti della Prima Guerra Mondiale riemersi dal ghiaccio nel corso degli anni, e dà la possibilità di accedere direttamente alle trincee, mentre a Punta Rocca merita una visita la Grotta della Madonna che conserva la statua consacrata da Papa Giovanni II.

Nel fondovalle si possono intraprendere escursioni con le ciaspe, partecipare a fiaccolate oppure arrampicare su ghiaccio nelle cascate dell'affascinante Gola dei Serrai di Sottoguda, indicata anche per romantiche passeggiate. Suggestivi, poi, gli itinerari della Val Pettorina da percorrere con le ciaspe. Anche per i bambini è stato ideato "La volpe ti guarda", un percorso da fare a piedi o con le ciaspe che li porterà a conoscere tradizioni e lavori di un tempo.