Raccolta delle mele con i bambini

di Valentina Caiazzo di Amisuradibimbo.com

Ottobre è il mese della regina dei frutti e sono tante sono le manifestazioni che celebrano la raccolta delle mele e che danno la possibilità di vivere un’esperienza di famiglia.
Ogni anno il secondo weekend di Ottobre, in Val di Non prende vita una nuova edizione dello straordinario evento per celebrare la mela nei suoi mille aspetti. Storia, coltivazione e bellezza, si mischiano ad attività e degustazioni, per grandi e piccoli, per una bellissima esperienza condivisa.

La raccolta delle mele

Conosciuta anche con il termine coidura, la raccolta delle mele è un’attività molto diffusa sulle Dolomiti. Frutto per eccellenza, la mela viene raccolta nelle sue tante varietà a cavallo tra Settembre e Ottobre, in quelle zone che, per caratteristiche di terreno e condizioni climatiche, da decenni impegnano generazioni di famiglie nella melicoltura. Da qualche anno, però, la raccolta viene allargata al grande pubblico e in molti si sono organizzati per trasformare un aiuto lavorativo, in una vera e propria esperienza, da vivere anche con tutta la famiglia. Raccogliere le mele non è complicato. Implica solo un po’ di attenzione: nello staccarle dai rami, ma anche e soprattutto, nel riporre i frutti all’interno dei contenitori, in dialetto chiamati giabioni. Sono giornate intense, ma una vera e propria esperienza anche per i bambini che, al termine, potranno portarsi a casa un po’ della loro fatica.

Adotta un melo e cogli la prima mela

Tra le possibilità offerte sul tema della raccolta delle mele, c’è l’adozione di un melo. L’albero, di cui si può anche scegliere il nome, può essere scelto e adottato. In occasione della fiera annuale delle Mele, invece, potranno essere raccolte le mele personali, direttamente in Val di Non. Due le modalità di adozione: con soggiorno, in primavera e in autunno, o a distanza.

In un frutteto è possibile, in compagnia del contadino, sperimentare in prima persona la raccolta delle mele direttamente dall’albero! Il bottino della giornata è una cassetta di frutta a testa di circa 15 Kg di peso oppure, per i bambini, la costruzione stessa di una cassettina in legno, riempita poi dopo la raccolta.

Raccolta delle mele a Pomaria

Durante il secondo weekend di Ottobre, ogni anno, arriva Pomaria, la festa ufficiale delle mele, chiamata così in onore di Ponoma, la dea dei frutteti. Una manifestazione itinerante, quest’anno organizzata nel borgo di Cles, che, celebra la tradizione e che riscopre le origini di un frutto che accompagna l’uomo da millenni.

Il fulcro della fiera della mela, è la mostra pomologica, con centinaia di varietà di mele, vecchie e nuove, che arrivano alle nostre tavole e che raccontano silenziosamente storie antiche. Infine, a Pomaria troviamo anche il divertente Temporary Apple Store, un negozio in cui acquistare le varietà più strane e più gustose della regina dei frutti.

Fioritura dei Meli

Ma gli #AppleEvents non finiscono qui. Le mele, nelle valli delle Dolomiti, racchiudono sorprese inaspettate anche in primavera. La fioritura dei meli è uno spettacolo suggestivo, anche se le sue tempistiche non sono facili da stabilire, a causa delle condizioni meteorologiche e del terreno, che cambiano a seconda degli anni. Migliaia di petali candidi regalano al paesaggio impressioni che vale la pena catturare!

Hotel