Trial running

Il trail running è la corsa in mezzo alla natura. Una corsa fuori strada di media e lunga distanza che si può praticare in completa libertà sui viottoli di campagna o di montagna, sui sentieri dei boschi o sui greti dei torrenti.
Si scopre il trail running logorati dalla monotonia di ripetere i soliti tracciati asfaltati e subito si aprono nuovi orizzonti, a contatto con la natura e lontano dai rumori, assaporando il gusto dell'avventura.

Camminare e correre sono i mezzi più naturali per educarsi ad uno stile di vita che porta beneficio a tutto l'organismo; sono attività gratificanti e, se fatte su un sentiero panoramico di montagna, lo sono ancora di più. La montagna è una palestra di sport, fonte di salute e benessere e chiunque, a qualunque età, può mantenersi in splendida forma. Fare sport in montagna è tre volte più tonificante per cuore, polmoni, muscoli e mente.

A chi vuole iniziare e non ha mai praticato jogging, è consigliata una visita medica per stabilire il limite massimo di lavoro che ognuno è in grado di sostenere. Lo sforzo necessario a praticare questo sport è continuo ed è richiesta resistenza. Non è adatto a chi ha problemi articolari agli arti inferiori, discopatie lombari o problemi cardiaci.

E' importante scegliere un percorso adatto alla propria esperienza, preparazione e condizione fisica del momento.
Ad ogni uscita, bisogna cominciare gradatamente camminando in piano per alcuni minuti, dosando poi lo sforzo in funzione dei cambi di pendenza, mantenendo un ritmo costante. Le discese vanno affrontate con cautela, a passi controllati, busto in avanti e occhio al terreno. Attenzione anche alla segnaletica, andando veloci è facile perdere il sentiero ed è bene consultare cartografia e guide di riferimento prima di partire.

Il trail running richiede un equipaggiamento adeguato alla stagione ed alla quota della zona; utile un vestiario stratificato "a cipolla" che permette di adeguare la copertura alla temperatura ed allo sforzo, giacca antivento, un cambio asciutto all'arrivo, una borraccia perché è indispensabile bere spesso, del cibo leggero e facilmente digeribile. La scarpa da trail running deve essere robusta, leggera ma indistruttibile, sicura anche sui fondi più scivolosi, bagnati e difficili, con la suola che non trattiene la terra. Deve proteggere il piede, essere rinforzata nei punti dove possono verificarsi impatti, come ad esempio sulla punta ed in grado di assicurare una buona ammortizzazione.

Il trail running regala grandi soddisfazioni e promette un rapporto intenso e privilegiato con la natura ma la montagna richiede una riflessione sui suoi pericoli, che sono generalmente distinti in oggettivi e soggettivi. I primi sono quelli inerenti tipicamente alla natura e alla montagna (freddo, maltempo, scariche di sassi, nebbia, neve e ghiaccio, vento, etc.), mentre i secondi provengono da noi stessi: inesperienza, o troppa sicumera, incapacità, paura, sopravvalutazione del proprio stato di allenamento e preparazione, deficienze di equipaggiamento, etc. Limitare questi pericoli è, dunque, essenziale. Lo possiamo fare con i consigli di un esperto.