Ghiacciaio della Marmolada: entro 30 anni non ci sarà più

08 January 2020

Il ghiacciaio della Marmolada tra 25-30 anni potrebbe scomparire. Uno dei simboli delle Dolomiti pare abbia il destino già segnato e il suo corso sembra ormai certo: entro trent’anni sulla Marmolada rimarrà solo roccia e piccole placche di ghiaccio e nevato. È questo l’esito di uno studio i cui risultati sono stati resi noti nei giorni scorsi. La precisione dello studio è stata possibile grazie alla creazione di due modelli in 3D del ghiacciaio che hanno permesso di misurare con precisione sia le caratteristiche interne e morfologiche che l’evoluzione in termini volumetrici dell’ultimo decennio.

Nel giro di 10 anni, dal 2004 al 2015 il ghiacciaio della Marmolada ha subito una riduzione di volume del 30%, mentre la diminuzione dell’area è stata del 22%. Secondo lo studio realizzato da un team di ricercatori del Cnr-Ismar, delle Università di Trieste, Genova e Aberystwith in Galles e di ARPA Veneto e pubblicato su Remote Sensing of Environment, per il ghiacciaio della Marmolada è già partito il conto alla rovescia e non sembrano esserci molte speranze, come evidenziato da Renato Colucci del Cnr-Ismar che afferma che se anche la temperatura rimanesse così com'è, il ghiacciaio comunque scomparirebbe in quanto già oggi in totale disequilibrio con il clima attuale. Infatti, mentre un tempo il ghiacciaio era un'unica massa, ora è frammentato, diviso in più unità e in certi punti affiorano già delle rocce.

L’incognita principale è però la temperatura: se nei prossimi decenni dovesse aumentare a ritmo più accelerato, i tempi di scioglimento del ghiacciaio si ridurrebbero. Da qui la necessità di contenere l’aumento della temperatura globale entro i 1,5 gradi. Se si dovessero superare i 2 gradi, oltre alla Marmolada molti altri ghiacciai del mondo scomparirebbero, al di fuori dell’Himalaya e dei Poli.

Dove dormire

Hotel e altre strutture a Rocca Pietore

Hotel e altre strutture a Canazei