Museo Venostano a Sluderno

A Sluderno, in un edificio restaurato del XVI secolo, il Museo Venostano vuole trasmettere la storia millennaria della vita quotidiana in Val Venosta. L'esposizione permanente Venosta Arcaica permette ai visitatori di avere una visione della vita quotidiana delle popolazioni preistoriche, della loro attività agraria, di commercio, di artigianato e religiosa.

La mostra, strutturata per temi, mette in evidenza i sensazionali reperti archeologici del "Ganglegg", un insediamento fortificato che risale all'epoca del bronzo, del ferro e alla più recente epoca romana. L'insediamento si trova a circa 45 minuti da Sluderno.

L'esposizione "Wasser-Wosser" (acque di irrigazione) si occupa invece del sistema tradizionale di irrigazione dei campi durante i periodi di siccità che nei mesi estivi affliggono la Val Venosta. Tutto questo è documentato con l'aiuto di modelli, attrezzi, nonché mezzi audiovisivi e che ci presentano la vita quotidiana dei contadini venostani dal Medioevo ai giorni nostri.

Al Museo Venostano, inoltre, si possono avere ulteriori informazioni, precise e dettagliate, sulla cultura, sul commercio ed ancora sui canali di irrigazione e sulla loro formazione. La mostra tocca anche due fenomeni particolari che si sono verificati nella valle: quello dei "Karrner", vale a dire degli ambulanti, e quello degli "Schwabenkindr", i bambini che erano costretti ad emigrare nel sud della Germania. Per di più si possono scoprire altre usanze, ancora oggi esistenti.

A cinque minuti dal Museo Venostano è tutt'oggi possibile vedere il canale "Quairwaal", con tutti i suoi accessori.

Questa passeggiata, che dura circa 20 minuti, si può fare tutti i giorni, lunedì escluso, dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00, da Pasqua fino al 1 novembre. D'inverno è necessaria la prenotazione.

(Informazioni: tel. 0473 615590 - fax 0473 615591)