Il museo contadino Rohrerhaus

A Sarentino, in Val Sarentino, si trova il Museo contadino Ruhrerhaus. Si tratta di un maso contadino aperto al pubblico, dove si può rivivere la vita contadina di un tempo. Grazie ad un attento restauro sono stati egregiamente recuperati l’antica cucina dove veniva affumicata anche la carne, il tipico forno dove veniva cotto il pane e l’arredamento interno in tipico stile tradizionale.

I materiali con cui è stato costruito sono tutti naturali, pietra e legno solido. Il visitatore che entra in casa non può non notare il pavimento fatto interamente di pietra naturale su cui si appoggiano le scale di legno.

Il museo è stato costruito all’interno di questo maso poiché considerato come uno dei masi più grandi della valle.

Lo scopo del Rohrerhaus non vuole essere solo un museo, ma piuttosto un luogo di incontro. Come lo era una volta. I locali interni, Stube, cucina, stanza annessa alla Stube e una seconda Stube, grazie agli arredati come quelli di un tempo danno una sensazione di semplice, essenziale ma anche intimo.

Brevi racconti di storia e curiosità

La prima volta che venne citato il maso risale al 1288 all’interno del Registro delle gabelle (Urbar) appartenente al conte tirolese Mainhard II. Probabilmente la parte di muratura del vecchio piano interrato e nobile risalgono a questo periodo.

Il rivestimento della Stube è in stile gotico e risale al XVI secolo.

Su una delle travi viene riportata la data 1703. Molto probabilmente questa data riguarda il momento in cui avvenne un ampliamento della casa sul lato della montagna, il piano superiore e il tetto.

Nel Catasto teresiano del 1775 venne effettuato nella Val Sarentino un primo censimento di case, masi, mulini. Tra i 234 masi indicati (molti ancora integri) il Rohrerhof si posiziona per valutazione al 2° posto (dietro il Platzmannhof). Il Platzmannhof veniva valutato 5.325 fl (fiorini), il Rohrerhof 3620 fl.

Famiglie e casate del Rohrerhof

In 700 anni, dalla prima menzione, vissero e governarono nel Rohrerhof solamente 4 casate o famiglie. I primi Rohrer vissero nel maso circa 250 anni e si successero ben sei generazioni. I successori furono i “von Gagers”, che vissero qui per circa 140 anni in quattro generazioni. In corrispondenza della scala di casa, sul muro del cimitero si trova ancora una tomba in arenaria (risalente al 1553) di Gordian von Gagers.

Dopo i “von Gagers” si successero gli “Oberauch“ per circa 4 generazioni. Da questa famiglia ebbe origine il noto teologo Herkulan Oberauch. Le ultime 4 generazioni che vissero nel maso furono i “Gruber“, dal 1850 per circa 160 anni.

Ancora oggi…

Durante l’estate nel maso viene cotto il pane. Al venerdì viene preparato l’impasto e nel sabato mattina presto vengono preparate le forme di pane e alle 08.00 il tutto viene informato nel forno. Questo procedimento viene fatto fino alle 10.30 e il maso è visitabile dalle 09.00 alle 10.00.

Il vero “Sarner Bauernbrot” può anche essere acquistato per una donazione volontaria.

Orari di apertura 2018 del Maso Rohrerhaus

La Casa Rohrerhaus apre i suoi battenti il 19 giugno 2018 per chiudere il 31 ottobre 2018

Giugno
Martedì, giovedì e sabato: dalle 15.00 alle 18.00
Giovedì sera: dalle 20.00 alle 22.00

Luglio, agosto, settembre e ottobre
Martedì, giovedì, sabato e domenica: dalle 15.00 alle 18.00
Giovedì sera: dalle 20.00 alle 22.00

Orari durante l’Avvento Alpino della Val Sarentino

In tutti i giorni dell’evento dalle ore 15.00 alle 18.00
A richiesta si organizzano anche visite guidate