Santuario Mariano di Montagnaga

Il Santuario della Madonna di Caravaggio di Pinè si trova a Montagnaga, frazione di Baselga di Pinè e è una frequentata meta di pellegrinaggio: nel 1729 diverse furono le apparizioni della Vergine Maria ad una giovane locale, Domenica Targa. Oltre alla chiesa meritano una visita la Conca della Comparsa e il Monumento del Redentore. È il principale Santuario dedicato alla Maria della Diocesi di Trento.

Per raggiungere e ammirare questi luoghi è possibile percorrere un semplice percorso, inserito a sua volta nel Cammino delle Apparizione, un itinerario di pellegrinaggio che dal Monte Berico a Vicenza porta fino a Montagnaga.

La storia

Il santuario era in passato noto fra le popolazioni del paese in quanto era diffusa la devozione per la Madonna di Caravaggio. Per questo motivo Giacomo Moser acquistò e collocò sull'altare della chiesa di S. Anna un dipinto della Madonna di Caravaggio. La storia narra di una giovane donna, Domenica Targa, che non aveva la possibilità di recarsi in pellegrinaggio a Treviglio.
La Madonna gli apparve nella conca del "Palustel" (oggi detta della "Comparsa") e le suggerì di recarsi alla chiesa di Sant'Anna in occasione della festa dell'Ascensione e dell'esposizione del quadro. Domenica ebbe, come promesso dalla Vergine, una dolce visione e fu costretta da una forza interiore a proclamarla per tre volte.
La Madonna apparve ben 5 volte fra il 1729 e il 1730. Il paese acquistò subito fama di luogo miracoloso. Mentre la chiesa di Sant'Anna fu ampiamente rinnovata, nella conca della Comparsa, sul finire del XIX secolo venne collocato un gruppo bronzeo, di grandezza naturale, rappresentante la Madonna che compare a Domenica Targa e venne eretto il Monumento a Cristo Redentore.

Il santuario Mariano

Inizialmente il santuario, situato al centro del paese, era una piccola chiesa dedicata a S. Anna che, dopo le apparizioni venne ampliata per contenere i numerosi devoti che ogni anno diventavano sempre più numerosi. In un secolo e mezzo la chiesa fu ampliata due volte, a cui si aggiunsero poi dei restauri e delle sistemazioni, l’ultima nel 1929. All'interno si può ammirare l’altare maggiore con la pala dedicata a S. Anna e l’affresco con l’apparizione alla Comparsa, una serie di affreschi, lo splendido quadro dell’apparizione della Beata Vergine a Caravaggio, simbolo del santuario, un gruppo ligneo della Pietà con il cuore di Maria trafitto da 7 spade, 17 grandi tele con cornici lavorate a stucco.

La Conca della Comparsa

Tra i boschi a sud di Montagnaga si apre una radura erbosa, dove il 14 maggio 1729 vi fu la prima apparizione. Qui, a ricordo dell’evento, è stato realizzato un monumento in ghisa che raffigura la Vergine e la veggente inginocchiata di fronte a lei. In questo luogo vengono organizzati i raduni e le celebrazioni più importanti in occasione dei grandi pellegrinaggi.

Il Monumento del Redentore

Il Monumento del Redentore si trova su un’altura che sovrasta la conca della Comparsa e lo si vede già percorrendo la Valsugana. Venne realizzato a ricordo dell’anno santo della Redenzione nel 1900. Subito dopo l’ingresso si trova una Scala Santa con ai lati due gruppi marmorei dell’Ecce Homo del Bacio di Giuda, simile a quella che si trova a Roma nei pressi di San Giovanni in Laterano, porta alla cappella, contenente una copia del gruppo scultoreo del Calvario del Duomo di Trento. La scala si compone di 28 scalini, ognuno contenente una teca con terra e sassolini dei luoghi santi della Palestina, che richiamano i momenti e i luoghi della Passione di Cristo.

Come arrivare al Santuario

Il Santuario della Madonna di Caravaggio di Pinè si trova su un altura, a 20 km da Trento e può essere raggiunto percorrendo la SS47 della Valsugana.

Da Trento:
uscire a Pergine Nord e proseguire in Viale Dante, alla prima rotatoria prendere la seconda uscita, proseguire su Viale Industria. All'incrocio con via Regensburger seguire le indicazioni "Altopiano" o "Baselga di Pinè". Proseguire a sinistra sulla SP66 in salita. Dopo alcuni tornanti si arriva a Montagnaga.

Da sud-est (Primiero, zone del Veneto):
uscita a Pergine Sud, percorrere Via del Lago che immette su Viale Venezia, alla prima rotatoria, prendere la prima a destra in Via Alpini. Superata la Chiesa Aricpretale si arriva in Via Regensburger. Seguire le indicazioni per Baselga di Pinè (SP66) fino a Montagnaga.