Abbazia di Monte Maria

L’Abbazia di Monte Maria, Abtei Marienberg in tedesco, si trova a Malles, più precisamente a Burgusio, nell’Alta Val Venosta su un pendio a quota 1350 m. È un monastero benedettino, il più alto d’Europa e uno dei più importanti del Sudtirolo. Da sempre, un luogo di preghiera e di culto.

L’Abbazia venne fondata nel 1150 dai nobili Tarasp, dove sorgeva già una piccola cappella dedicata a Maria Vergine. Nel corso degli anni, il monastero fu devastato da due incendi e anche dalla peste nera del 1348. Intorno al 1600, l’intero complesso venne ristrutturato in stile barocco. E nel 1724 i monaci aprirono un ginnasio a Merano.

Durante il periodo napoleonico il monastero venne soppresso e tutti i monaci trasferiti in Austria. L’Abbazia di Monte Maria venne parzialmente saccheggiata. Con la caduta di Napoleone, Francesco I d’Austria ne decise la riapertura.

Con il fascismo, i monaci abbandonarono il ginnasio a Merano e dopo la Seconda Guerra Mondiale aprirono una scuola media e un convitto all’interno dell’abbazia.
Oggi l’intero complesso è di proprietà della Congregazione benedettina della Svizzera.

La chiesa e la cripta

L’Abbazia di Monte Maria è composta da una chiesa romanica a tre navate dedicata alla Vergine Maria, trasformata in stile barocco nel 1600. Un tempo la chiesa aveva 5 navate: due di queste vennero separate per permettere la creazione della sacrestia, della cappella e dello spazio per il coro. Nel tempo sono state ampliate anche le finestre, gli affreschi a stucco risalgono al periodo rinascimentale. Per accedere alla chiesa si attraversa un portale romanico con arco a tutto sesto: all’interno si possono ammirare statue e il grande organo. Ci sono poi un chiostro con gli ambienti riservati alla clausura, un giardino, una cappella dedicata a San Egidio, una biblioteca, un museo.

La parte più antica dell’edificio è costituita dalla cripta romanico-bizantina che non ha subito modifiche nei secoli. All’interno si possono ammirare affreschi romanici-bizantini. Nel 1643 venne eretto un muro per separare il luogo dove venivano sepolti i monaci. Successivamente, venne abbattuto il muro divisorio e si scoprirono diversi affreschi romani mai visti.

Oggi la cripta può essere visitata solo nei periodi estivi durante la preghiera serale dei Vespri. Per chi lo desidera, l’abbazia dispone di 8 stanze singole e 1 doppia a disposizione di chi volesse soggiornare.

Il sentiero delle ore

Nel 2007 è stato realizzato il sentiero delle ore che collega l’Abbazia di Monte Maria al monastero di San Giovanni nei pressi di Tubre, appena dopo il confine con la Svizzera.

Orari e tariffe

Messe e preghiere vengono celebrate solo in lingua tedesca, tutte le domeniche e nei giorni festivi

Museo
15.03 – 31.10
lunedì – sabato 10 – 17

27.12 – 05.01
lunedì sabato 10 – 17

Chiuso tutte le domeniche e festività religiose, tranne Lunedì dell'Angelo e lunedì di Pentecoste.
Visita guidata ogni 1° mercoledì (dal 15 marzo - 31 ottobre) del mese ore 11

Tariffe

5,00 € adulti
entrata gratuita per i minori fino ai 14 anni accompagnati dai genitori
2,50 € scolari/studenti
4,00 € tariffa ridotta per gruppi, a persona

Come arrivare

L’Abbazia può essere raggiunta in:

  • Macchina – Da sud sulla SS 38/40, superare Malles e uscire a Burgusio. Da nord SS 40, superare i due laghi e uscire a Burgusio. Dalla Val Monastero (Svizzera) proseguire per Malles, uscita Burgusio. Una volta arrivati a Burgusio seguire per Slingia/Watles. Dopo 5 minuti si raggiunge il parcheggio, da cui a piedi si devono percorrere circa 100 m
  • Treno/autobus – Da sud con la ferrovia della Val Venosta fino a Malles, prendere il Citybus fino a Burgusio e percorrere poi a piedi il Sentiero di San Benedetto (circa 20 min.). Da nord arrivare a Burgusio in autobus e da cui prendere il Sentiero di San Benedetto. Dalla Svizzera a rrivare a Malles in autobus, prendere il Citybus per Burgusio e poi il sentiero.