Castel Mareta

Castel Mareta, o Castel Wolfsthurn, svetta su di una collina di Mareta, frazione del comune di Racines, a 8 km da Vipiteno ed è considerato il più bel castello barocco della regione. Dal 1996 ospita al suo interno il Museo provinciale della caccia e della pesca e dal 2003 è stato allestito, su iniziativa del museo stesso, un itinerario tematico per raggiungere piacevolmente Castel Wolfsthurn.



Le prime notizie riguardo al maniero risalgono al XII secolo: originariamente di proprietà della famiglia Wölfe, nel 1727 fu trasformato, su commissione di Franz Andrä von Sternbach, in residenza signorile in stile barocco, nella forma in cui lo ammiriamo oggi, con la coppia di torri rivolta verso valle e lo stravagante tetto.

L'interno di Castel Mareta, che si apre verso l'esterno con 365 finestre (riferimento numerico-architettonico ai giorni dell'anno), presenta stanze decorate di tappezzerie con scene di caccia, stufe rococò e antiche tele lungo le pareti, la sala da ballo con il prezioso lampadario che scende dal soffitto, che possono essere visitate al secondo piano dell'edificio.

Il primo piano, invece, è dedicato all'esposizione di oggetti riguardanti la storia della pesca e della caccia in Alto Adige. Corni per polvere da sparo, bisacce da cacciatore, ma anche tabacchiere e pipe, raccontano l'arte venatoria e la tradizioni popolari. Diorami mostrano al pubblico varie specie di animali autoctoni e la raccolta "Rudolf Reichel" pregiate canne da pesca, mulinelli e mosche artificiali.



Dal 2003 è stato creato, per la gioia degli escursionisti, il sentiero "Bosco e Acqua" che dalla parrocchia di Mareta porta fino al castello, passando attraverso il bosco.

Oltre a ciò il castello di Mareta offre ai suoi visitatori divertenti attività didattiche, eventi e interessanti mostre temporanee.

Orari d'apertura:


Il museo è aperto dal 1° aprile al 15 novembre
da martedì a sabato: ore 10.00 - 17.00 (ultimo ingresso: 16.30)
domenica e festivi: ore 13.00 - 17.00 (ultimo ingresso: 16.30)


Chiuso il lunedì


Chiuso il 1° novembre



Per maggiori informazioni:


Museo provinciale della caccia e della pesca
tel. +39 0472 758121
museo-della-caccia@museiprovinciali.it


www.wolfsthurn.it

 

Hotel