Sport

Malga Ciapela: Sottoguda e i suoi Serrai

Difficoltà:

Facile

Ore:

02:00
  • Partenza 1258 m
  • Arrivo 1449 m (quota massima)


Itinerario tra i più classici attraverso una profonda gola di grande e suggestiva bellezza.
Punto di partenza è la chiesetta di Sottoguda che si affaccia su una bella piazzetta circondata da rustici e vecchi fienili.
Dalla chiesetta proseguiamo lungo la strada che lentamente ci porta attraverso la stretta gola, dalle pareti a picco, che si inoltra per circa 2 chilometri prima di arrivare nella verde conca di Malga Ciapela.
Sulla sinistra incontriamo alcune gallerie scavate nella roccia, risalenti alla 1a Guerra Mondiale.
Continuiamo il nostro cammino fino a trovare sulla sinistra una piccola insenatura, tra le rocce, che forma una nicchia dove è custodita l'immagine sacra della Madonna "La Vergine dei Serrai", posta nel 1987 durante la celebrazione dell'anno mariano.
Più avanti la gola si fa più aperta e proseguiamo il nostro cammino fino a trovare, sulla destra, un piccolo sacello dedicato a Sant'Antonio, come attesta la statuetta del santo posta sull'altare all'interno.
La chiesetta, assai antica e già esistente nel 1880 e nel 1934 fu dedicata a ricordo del cimitero militare della 1a Guerra Mondiale.
Si sale fino ad incontrare sulla sinistra una piccola cascata, ultimo sbalzo delle acque del Ru Franzei prima di gettarsi nel torrente Pettorina.
Da qui la valle si apre ulteriormente lasciando intravedere la Marmolada di Serauta, il che ci fa capire che siamo ormai prossimi alla meta.