Sport

Cortina d'Ampezzo: al Col Bechei e sulla 'Via della Pace'

Ore:

01:00
  • Punto di partenza: Cortina d'Ampezzo, loc. Fiàmes, sulla S.S. 51. Eventuale servizio di jeep sino ai rifugi di Fànes.
  • Dislivelli: (primo giorno) m800 + 560 in salita; (secondo giorno) m900 in salita.
  • Tempi di marcia: primo giorno ore 4; secondo giorno ore 5 a/r.
  • Segnavia: precisati nel testo.
  • Equipaggiamento: da montagna. Può essere utile una piccozza.

Descrizione dell'itinerario

Da Cortina ci si porta all'Albergo Fiàmes; la strada bianca della Val di Fànes si stacca dalla statale 1km a nord dell'albergo stesso (tabella) e risale la valle sino al Pian de Loa (parcheggio). Di qui in poi la strada peggiora notevolmente. Si segue la carrareccia (segnavia 10) sorpassando sul Ponte Outo il Ru de Travenànzes, poi in numerose serpentine ci si addentra nella valle, guardata dall'imponente parete gialla del Taè: deviazione a destra (sentierino attrezzato per la cascata di Fànes. Si prosegue fino al laghetto (m1823), si valica la barriera del Parco (confine di provincia).
A sinistra si può salire verso la Malga di Gran Fànes. A destra la rotabile piega in direzione del Passo di Limo (m2172) che adduce all'Alpe delle Pìces Fànes, dove sorgono i due rifugi Fànes (tel. 0474 51079) e La Varella (tel. 0474 51097). Saliti al Passo e al Lago di Limo, sulla sinistra si segue un comodo sentiero (segnavia rosso) che sale lungamente verso est per ghiaie e roccette, sino a sbucare sul vasto pascolo q.2525, dove sorge una vecchia postazione di guerra.
Dirigersi ora, più ripidamente, verso nord e salire dapprima su zolle erbose, poi per ghiaie e roccette sino al punto più alto (ore 2 dal passo). Discesa per la stessa via. L'ascensione è molto remunerativa perché consente una sconfinata visione sugli altopiani di Sènnes e Fànes. La 'Via della Pace', ore 2,30 sino al Bivacco del Castello, m2760.
Inizialmente lungo questo itinerario si snodava il percorso originario dell'Alta Via n.1, poi abbandonato. Il bivacco è posto sotto il Monte Castello a q. 2760, caratteristico 'dado' roccioso che campeggia in fondo al vallone.
Dalla Malga (Ütia) de Gran Fànes (m2104), dopo circa 400m a sinistra (indicazioni) si dirama la mulattiera n.17 che, oltrepassati gli ultimi pini cembri, porta all'inizio del vasto, solenne circo detto 'Valùn Blanch', compreso tra le Cime di Furcia Rossa e le Cime Ciampestrìn. Lo si risale interamente, su comodo tracciato, sino alla base del Monte Castello, dove si trova il bivacco. Continuando verso sud per altri 45 minuti, su buon sentiero segnalato, si arriva dapprima ad una forcella spalancata sulla Val Travenànzes, poi sulla vetta del Monte Cavallo (m2912) dal quale si apre la vista sulla Val Badia. Si ritornerà per la stessa via.