Moto

Itinerario in moto: il giro dei cinque passi

Lunghezza:

210 km

Ore:

00:00

La partenza è prevista dalla città di Bolzano e, prima di partire, vale la pena visitare il centro storico e, tempo permettendo, il Museo archeologico. Imboccata la s.s. 12 verso Bressanone, si prosegue verso la Val d'Ega, e la suggestiva gola che la introduce è tra gli "orridi" più romantici dell'Alto Adige. La direzione è verso Ponte Nova, Nova Levante, dove a 6 km si trova il Lago di Carezza, uno dei più belli delle Dolomiti, in cui si specchiano il Latemar e il Catinaccio.

Il percorso prosegue verso il Passo Costalunga e, poco prima della sommità bisogna svoltare a sx verso il Passo Nigra. Da qui si scende ai 1020 m di Tires immerso nel verde dei pascoli e da dove si può godere di una vista unica sul Catinaccio. Al termine del paese svoltare a dx in direzione Fiè allo Sciliar.

Già si può scorgere l'altopiano dello Sciliar, un altro dei numerosi luoghi delle Dolomiti ricchi di fascino e suggestione, che si apre in tutta la sua maestosità punteggiata da piccoli centri e splendide chiese di montagna. Accanto ad esso l'Alpe di Siusi, ricca di pascoli e boschi. Dopo aver oltrepassato la località di Fiè allo Sciliar, con il Castel Prèsule, imponente residenza con sette torri costruita sulla base di un vecchio maniero risalente al XII secolo, la prima sosta è Siusi; qui è possibile visitare due antiche chiese: la prima, quella di San Valentino, è arricchita da stupendi affreschi della fine del XIV secolo, mentre la seconda, la chiesa di San Vigilio, risale al 1353.

Per raggiungere la seconda tappa importante dell'itinerario, Ortisei, si devono percorrere ben 27 chilometri di tratto in salita molto impegnativo attraverso la località di Castelrotto, paese di lingua ladina e di antiche tradizioni. Le cappelle del Calvario, ricavate dai ruderi di un antico fortilizio, sono un mirabile esempio della storia di questo paese.

Lungo la strada che porta ad Ortisei si può scegliere di fare una piccola sosta aggiuntiva al Rifugio Bellavista. Il Rifugio si trova a 1884 metri d'altezza e la vista di cui si gode una volta arrivati in cima ricompensa dei 10 chilometri di curve e pendenze (900 m di dislivello) necessari per arrivarvi.

A Ortisei, località famosa per l'artigianato e per gli sport invernali, consigliamo di visitare il Museo della Val Gardena nella "Cësa di Ladins" e la Chiesa di San Giacomo/Sankt Jacob a circa un chilometro e mezzo dall'abitato, dove è possibile ammirare gli affreschi del '400.

Subito dopo Ortisei troviamo Selva di Val Gardena/Wolkenstein, stazione turistica di fama internazionale. Ci dirigiamo poi verso Plan de Gralba e riprendiamo quota riportandoci a 1780 metri d'altezza, affrontando un tratto di 12 chilometri in salita. Salendo verso il Passo Sella, i tornanti e le curve diventano sempre più frequenti e regalano momenti di divertimento al motociclista esperto.

A questo punto si può decidere di proseguire verso il Passo Pordoi oppure optare per una deviazione. In entrambi i casi si giunge ad Arabba, ma il secondo percorso permette di ammirare la Marmolada attraverso la zona del Passo di Fedaia, a 2057 metri di altezza, e la località di Alleghe, accogliente centro turistico a ridosso del Civetta.

Arrivati ad Arabba, celebre per il suo comprensorio sciistico, si prosegue fino al Passo di Campolongo, e con un tratto in salita si giunge a Corvara, gioiello dell'Alta Badia reso famoso per gli sport invernali e la raffinata gastronomia.

Da qui si sale nuovamente attraverso tornanti e curve verso il Passo di Gardena/Grödnerjoch. Dopo una sosta panoramica con vista sul gruppo Sella si ritorna a Ortisei e ci si dirige a Ponte Gardena/Waidbruck, raggiungendo così Bolzano/Bozen, punto d'arrivo del nostro itinerario.

Percorso schematico

  • Partenza da Bolzano, imboccare la s.s. 12 verso Bressanone.
  • Imboccare la strada della Val d'Ega
  • Dirigersi verso Ponte Nova (al bivio possibilità di andare a Obereggen)
  • Dirigersi verso Nova Levante e Lago di Carezza
  • Poco prima del Passo di Costalunga svoltare a sx in direzione del Passo Nigra
  • Scendere a Tires - al termine del paese svoltare a dx in direzione di Fiè allo Sciliar
  • Dopo aver oltrepassato Fiè allo Sciliar, girare in direzione Siusi
  • Da Siusi dirigersi verso il rifugio Bellavista (possibile deviazione)
  • Tornare verso Siusi e dirigersi verso Castelrotto.
  • Dirigersi verso Ortisei e poi Selva Val Gardena
  • Imboccare la s.s. 242 verso il Plan de Gralba e valicare il Passo Sella.
  • 1 opzione: al termine della discesa deviare in direzione Canazei e imboccare la s.s. 641 per il Passo Fedaia. Scendere in direzione Alleghe e immettersi sulla s.s. 203 una volta arrivati alla località di Rocca Pietore in direzione del Passo Falzarego e di Cortina d'Ampezzo. In località Cernadoi all'incrocio con la statale s.s. 48, girare verso Arabba.
  • 2 opzione: al termine della discesa deviare verso il Passo Pordoi sulla s.s. 48.
  • Proseguire verso Arabba.
  • Da Arabba dirigersi verso il Passo di Campolongo e proseguire in direzione Corvara e la Badia.
  • Proseguire sulla s.s. 243 che porta al Passo Gardena e che sbuca vicino Plan de Gralba.
  • Girare sulla s.s. 242 verso Selva Val Gardena ed Ortisei.
  • Continuare sulla s.s. 242 fino a Ponte Gardena.
  • Superando il fiume Isarco ritornare a Bolzano.