Vie Ferrate: Schiara

Difficoltà:

Difficile

Dislivello:

1750 m

Ore:

10:00

Ferrata Zacchi
Ferrata Berti

Quota massima: 2320/2565 m
Difficoltà: difficili
Partenza: Case Bortot, pochi chilometri a nord di Belluno.
Punti d'appoggio: Rifugio 7° Alpini (1490 m)
Dislivello: 1750 m

Percorso:
L'attacco della Zacchi si trova alla base della parete meridionale della Schiara. Il primo tratto, attrezzato con funi e scale, è seguito da una gola e da una terrazza dalla quale, sulla destra, si può imboccare la Ferrata del Marmol. Procedendo, si oltrepassano un camino verticale ed una fessura diagonale. Il grado di esposizione, ora che ci si avvicina alla Cengia Zacchi, è notevole. La Cengia permette di attraversare orizzontalmente verso sinistra - esposizione sempre elevata - e di raggiungere, così, la Forcella della Gusela ed il bivacco Dalla Bernardina (2320 m). La Ferrata Zacchi termina qui. È possibile tornare al Rifugio 7° Alpini per il sentiero Sperti. È tuttavia più emozionante continuare l'ascesa lungo la Ferrata Berti, che porta direttamente alla cima della Schiara. Questa combinazione è indubbiamente splendida e può essere percorsa fino ad autunno inoltrato. Le attrezzature sono state rinnovate nel 1992.
Normalmente, per la discesa dalla Schiara si percorre la Ferrata del Marmol che, pur non essendo particolarmente difficile, è piuttosto lunga e richiede impegno ed esperienza. Dalla sommità, dunque, si procede verso nord-est, in cresta, fino alla Forcella del Marmol. Poi si piega a sud-est, seguendo le indicazioni.