Ferrate

Vie Ferrate della Marmolada: Ferrata Eterna

Ore:

01:00

Quota massima: 2945 m
Difficoltà: molto difficile, senza uscite intermedie
Partenza: Passo Fedaia (2056 m), SS 641 tra la Val di Fassa e l'Alto Cordevole
Punti d'appoggio: strutture ricettive al Passo, stazione intermedia della funivia di Serauta
Dislivelli: complessivamente, includendo i saliscendi in cresta, 1000 metri
Tempi: Passo Fedaia - inizio percorso, mezz'ora. Stazione intermedia 6/7 ore; Passo Fedaia attraverso il nevaio, 8/9 ore.

Percorso:
Dal Passo Fedaia scendere ad est, costeggiando le rocce. Si raggiunge così il punto di partenza del percorso, contrassegnato da una grande "F" rossa, ai piedi della Lastìa di Serauta. Seguendo le funi - notevole il grado di difficoltà -, si risale la grandiosa muraglia finché si raggiunge una spaccatura impressionante che precede la cresta. La vista che si gode da qui è a dir poco vertiginosa! A questo punto, inizia un impegnativo saliscendi in alta quota (si sfiorano i 2945 metri di Punta Serauta). Prestare sempre molta attenzione, perché i passaggi sono molto impegnativi e spesso si incontra neve ghiacciata. Nell'ultimo tratto si utilizzano infissi metallici risalenti all'epoca della Grande Guerra e si percorrono camminamenti fortificati che furono roccaforte degli Alpini negli anni 1916/17.
Per la discesa, i più esperti potranno scegliere di avventurarsi lungo il nevaio del bacino orientale che riporta direttamente al Passo Fedaia. In caso contrario, bisogna calcolare bene i tempi per non perdere l'ultima corsa della funivia.