Escursioni

Sentiero attrezzato Bepi Zac

Difficoltà:

Facile

Ore:

07:00

Quota massima: 2762 m
Difficoltà: facile
Partenza: Passo San Pellegrino (1919 m), statale che collega la Val Cordevole con la Val di Fassa.        
Punti d'appoggio: Rifugio Passo Le Selle (2540 m) sul passo omonimo; stazione a monte della seggiovia (2200 m).
Dislivelli: 1000 metri tra il Passo San Pellegrino e Forcella Ciadin. Se si utilizza la seggiovia, si riducono a 200 m.

Percorso:
Attraverso un terreno d'alto pascolo si raggiunge il Passo Le Selle con l'omonimo rifugio. È possibile anche utilizzare la seggiovia, risparmiando così mezz'ora. La ferrata inizia con una breve e ripida salita verso la cresta; si incontrano le prime fortificazioni austriache del 1915/18 presso il Lastei Piccol (2687 m). Da qui, si prosegue senza grosse difficoltà lungo il crinale, in direzione est, seguendo sempre la linea del fronte. Superati il Gran Lastei (2713 m) e la Cima di Campagnaccia (2737 m), in corrispondenza dell'ampia depressione di cresta del Banch de Campagnaccia (2690 m), si trova la prima possibilità di interrompere l'itinerario e tornare senza difficoltà verso il passo. Proseguendo, invece, si attraversano Cima Costabella (2762 m) e il Sass de Costabella - qui il sentiero è ottimamente attrezzato - per arrivare a Forcella del Ciadin (2664 m), dove si incontra la seconda possibilità di scendere al passo. Utilizzando il sentiero attrezzato sul versante sud si raggiungono presto i pascoli del San Pellegrino.

Originariamente il percorso proseguiva per Cima Vallate e Cima Colbel, ma questo tratto è stato smantellato nel 1992. Analogamente, fino al 1985, le attrezzature proseguivano oltre Cima Colbel, fino a Forcella d'Uomo e Cima d'Uomo.