Escursioni

Giro delle Malghe Alte

Lunghezza:

29 km

Dislivello:

1565 m

Ore:

01:00

Percorso: Maneggio "Le Piane"-Carfon-Fregona-Rif. Lagazzon-Feder-Iore-Rif. Barezze-Malga Bosch Brusà-Malga ai Lach-Valt-Caviola-Canale d'Agordo-Ponte di Mulan-ritorno

Tempo di percorrenza: 9-10 ore circa
Difficoltà Difficile, per i numerosi saliscendi di elevato dislivello e per un breve tratto di cresta da affrontare con attenzione.
Periodo consigliato: Da maggio a settembre

Dal maneggio "Le Piane" di Celat saliamo verso Celat; superato il paese, ci incamminiamo lungo il sentiero che conduce alla frazione di Carfon. Appena fuori dell'abitato imbocchiamo il sentiero che ci porterà alla sucessiva frazione di Fregona. Attraversiamo il paese e prendiamo la strada sterrata che sale al Rifugio Lagazzon. Superiamo anche l'omonima forcella ed imbocchiamo il sentiero che scende, attraverso prati e boschi, alla frazione di Feder. Lasciato il paese seguiamo la comunale in direzione di Colmean e di seguito imbocchiamo il sentiero che scende al Rifugio Cajada. Poco oltre il rifugio riprendiamo il nostro cammino seguendo il Segnavia 637, salendo fino alla quota1436 m., dove incrociamo il segnavia 692, che ci condurrà fino a Sappade, poi deviamo per la vicina frazione di Meneghina. Da qui risaliamo nuovamente in quota fino al Rifugio Barezze, seguendo la comoda strada comunale sterrata che prosegue fino a ponte delle Barezze, dove imbocchiamo la segnavia 631, che ci conduce alla Malga Bosch Brusà. Poi si prosegue, sempre sul stesso segnavia, finchè si incrocia il segnavia 694, che seguiamo fino all'incrocio con il segnavia 691, proseguiamo la discesa verso valle, costeggiando il Col dei Gai. Percorriamo un breve tratto di cresta (circa 70 m.), molto panoramico, ma che deve essere affrontato con particolare attenzione, e proseguiamo la discesa passando accanto ai ruderi del Tabià Valbona, dove lasciamo il sentiero per piegare a sinistra verso la frazione di Valt. Lasciato l'abitato, ci dirigiamo, lungo i prati, a Caviola e da qui scendiamo verso il letto del torrente Biois fino al Camping Busin. Attraversiamo prima il ponte sul Torrente Gaon, di seguito il ponte di legno sul torrente Biois e ci dirigiamo al campo sportivo di Canale d'Agordo. Proseguendo lungo la strada comunale sterrata e lasciandoci l'abitato di Canale alla nostra destra, seguiamo il Torrente Biois fino al ponte di Mulan, superato il quale raggiungiamo finalmente il maneggio "Le Piane" di Celat.