Alte vie

Il sentiero Dolorama

Difficoltà:

Grado E = escursionisti

Lunghezza:

61 km

Dislivello:

648 m

Ore:

19:15

Il sentiero Dolorama, percorribile in 4 giorni, si sviluppa lungo gli stupendi paesaggi della Valle Isarco partendo dall'Alpe di Rodengo/Luson, attorno alla Plose, fino a Laion. Panorami incantevoli sulle cime dolomitiche più affascinanti si stagliano di fronte a voi: dall’imponente Sass di Putia alle magnifiche Odle della Val di Funes fino ai maestosi Sassolungo, Sasso Piatto e Sciliar.

Il sentiero Dolorama corre quasi interamente su strade forestali e sentieri segnalati con un unico attraversamento di una strada asfaltata. Lungo il sentiero meritano una sosta il luogo dell’insediamento preistorico Astmoos sull’Alpe di Luson e le stratificazioni geologiche al Passo delle Erbe.

L’itinerario di quattro giorni può essere affrontato anche a tappe: numerosi sono i punti, dove iniziare o accorciare il percorso. Inoltre i punti di partenza e arrivo sono facilmente raggiungibili con i mezzi pubblici.

Dati tecnici

Punto di partenza: parcheggio Zumis, Rodengo
Punto di arrivo: Laion
Lunghezza: 61 km
Dislivello in salita: 2.356 m
Dislivello in discesa: 3.004 m
Durata: ca. 19 ore, 15 min

Le tappe

1a tappa: Parcheggio Zumis all’Alpe di Rodengo - Rifugio Monte Muro
Partendo dal parcheggio Zumis si segue il sentiero n° 4 in direzione nord-est fino a raggiungere il primo bivio. Qui si gira a destra e, dopo aver oltrepassato il rifugio Roner, si prosegue lungo il sentiero n° 2 in direzione sud-est. Seguendo la marcatura n° 67 e passando vicino al rifugio Starkenfeld si raggiunge un altro bivio, al quale si svolta a destra. Dopo aver raggiunto il sentiero 66, si continua fino alla malga Steiner Alm. Da qui si gira a sinistra seguendo il sentiero 2A e, dopo aver superato il rifugio Alpino Prato Croce, si prosegue lungo il percorso 12A. Lungo il sentiero n° 10, si gira verso destra fino al Lago Glittner. Si procede lungo il sentiero Anton per poi seguire il sentiero n° 1 che in circa un'ora e un quarto conduce al rifugio Monte Muro.

Lunghezza: 20.4 km
Dislivello in salita: 941 m
Dislivello in discesa: 556 m
Durata: 6:30 h

2a tappa: Rifugio Monte Muro - Rifugio Genova
Dal rifugio Montemuro si cammina in direzione sud-ovest fino a raggiungere il Passo delle Erbe. Da qui si percorre il sentiero ‘Rundweg Peitlerkofel' (Giro del Sass Putia), si prosegue poi intorno a questa imponente formazione rocciosa e, seguendo l'indicazione n° 35, in circa un'ora si raggiunge il Rifugio Genova.

Lunghezza: 14.7 km
Dislivello in salita: 718 m
Dislivello in discesa: 534 m
Durata: 4:45 h

3a tappa: Rifugio Genova - Rasciesa
Dal Rifugio Genova si segue il sentiero n° 33, poi il percorso 35 in direzione sud-ovest e dopo circa 5 ore di camminata si raggiunge il rifugio.

Lunghezza: 16.2 km
Dislivello in salita: 664 m
Dislivello in discesa: 808 m
Durata: 5:00 h

4a tappa: Rasciesa - Laion
Partendo dal rifugio Rasciesa, si cammina verso ovest lungo il sentiero n° 35 e dopo circa 3 ore si raggiunge Laion.

Lunghezza: 9.7 km
Dislivello in salita: 33 m
Dislivello in discesa: 1106 m
Durata: 3:00 h

N.B. Si consiglia, prima di intraprendere l'itinerario, di informarsi sul meteo e verificare l'apertura dei rifugi e la loro disponibilità.