Grappa al Carugo: un toccasana dopo una sciata tra le Dolomiti

Un sapore delicato che caratterizza una grappa dal colore caldo e il profumo intenso, quello dei semi del cumino che danno un tocco di tradizione ad una grappa che ben si addice a concludere in bellezza una giornata trascorsa sulle piste da sci. Questo è il segreto della Grappa al Carugo, una tra le tante specialità dell'invitante proposta enogastronomica di Zoldo Alto.

Un tocco di calore naturale per concludere in bellezza e in compagnia una serata trascorsa a sciare tra le piste suggestive e illuminate di Zoldo Alto. Una goccia di liquore di montagna che farà ricordare i momenti trascorsi in una calda e accogliente baita, accanto al fuoco a sorseggiare la deliziosa Grappa al Carugo (cumino, dal nome dei semi della pianta con cui la grappa viene aromatizzata). Una specialità tipica delle Dolomiti bellunesi che ognuno può provare a preparare a casa propria con qualche seme di cumino da acquistare nei negozietti di Zoldo Alto e un po' di nostalgia per la vacanza trascorsa sulla neve.
Inoltre Zoldo Alto propone ai buongustai una cucina tradizionale ricca di sapori che si intrecciano con un territorio dove prevalgono prodotti che vengono trasformati dalle mani degli amanti della cucina in ottimi piatti a base di polenta, accompagnati a carni e formaggi locali.
E non solo, anche i cereali la fanno da padrona in questa terra di tradizione dove si può degustare la Menéstra de òrz (minestra di orzo) a base di patate, cotechino e naturalmente di orzo. Un piatto caratteristico che un tempo gli abitanti di Zoldo Alto preparavano ogni mattina in un paiolo di rame e che restava sempre sun' larin, ossia sul focolare tipico delle antiche case zoldane.