Lo Schiz

Lo Schiz è un formaggio tipico del Bellunese, prodotto con latte vaccino crudo molto fresco, intero o scremato. Questo formaggio freschissimo ha un sapore dolce e delicato, poiché privo di sale, e si può gustare fritto in padella con una noce di burro, accompagnato da una fetta di polenta. Lo Schiz ha origini antiche, ma è stato riscoperto negli ultimi decenni, grazie alla piacevolezza del suo sapore. È inserito nell'elenco dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT).

Il formaggio Schiz della provincia di Belluno si presenta con una pasta compatta di colore bianchissimo e dall'intenso profumo di latte. È venduto in tutti i negozi di alimentari, nei caseifici e nelle latterie del Bellunese in forme rettangolari di circa 2 kg. Durante il processo di caseificazione, il latte viene lavorato senza lieviti aggiunti ma coagulato con l'utilizzo del caglio in polvere o liquido a temperature variabili (da 32 a 38 gradi).

L'origine del nome "Schiz" non è certa. Alcuni lo riconducono all'azione di recupero da parte dei caseari dei residui di cagliata fuoriusciti dalle fascere durante la fase di pressatura o schiacciatura (in dialetto bellunese "schizar"), altri allo schizzare delle goccioline di siero che escono dal formaggio durante la cottura.

Il formaggio bellunese Schiz è iscritto nell'elenco dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT) del Veneto e compare tra i prodotti della Strada dei Formaggi e dei Sapori delle Dolomiti Bellunesi e nella Carta Qualità del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi.

Fonte: "Sapori e saperi delle Dolomiti" a cura di Serena Turrin, edizioni DBS Zanetti

Hotel