La noce feltrina

La noce feltrina è un prodotto coltivato in territorio Bellunese, tra Feltre e Belluno. È un tipo di noce particolare che si differenzia dalle altre per alcune sue caratteristiche. Raccolta in autunno, è facile da conservare e viene impiegata nella preparazione di numerosi piatti.

La noce feltrina è sempre stata un frutto molto utilizzato in Veneto, anche se non primario. Negli anni'50 la produzione era particolarmente diffusa e rappresentava circa il 35% dell'intera produzione veneta. Oggi viene coltivata in numerosi comuni della provincia di Belluno: Feltre, Seren, Rasai, Lamon, Seren del Grappa, Lamon, Mel, Lentiai, Santa Giustina, Mel, Trichiana, Sedico, Sospirolo, San Gregorio...

Nel territorio esistono 3 tipologie di noce: Feltrina, Comune e Cocona. A differenze delle altre tipologie di noci, la noce feltrina ha forma ovoidale, base rotonda guscio chiaro e sottile, che si rompe facilmente schiacciandolo; un gheriglio grande e facilmente staccabile dal guscio.

L'albero della noce non fornisce solo un frutto gustoso ed energetico, facile da conservare. Della pianta non si butta via niente: il legno pregiato viene utilizzato per la realizzazione di arredi e complementi di arredo. Da foglie, corteccia, mallo e gusci vengono estratte sostanze impiegate in campo farmaceutico e cosmetico. Un tempo una grande quantità veniva usata per produrre l'olio lampante per illuminare le abitazioni.

La raccolta della noce feltrina avviene tra settembre ed ottobre: ogni pianta produce circa 60-70 kg di noci. Per raccoglierle, prima viene scossa la pianta con aste di legno (bacchiatura del frutto), facendo cadere a terra le noci. Una volta raccolte, vengono lavate ed asciugate prima di essere messe in vendita dal Consorzio di Tutela Noce Feltrino.

La noce feltrina viene usata per preparare antipasti, dolci, liquori (il nocino) e primi piatti e caramellati o gelati. È un Prodotto PAT, inserito nella Strada dei Formaggi e dei Sapori delle DB e nella Carta Qualità del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi. Per valorizzarla, ogni anno il Comune di Feltre organizza a novembre l'antica Fiera di San Matteo.

Curiosità: un tempo gli alberi venivano piantati per la nascita di ogni femmina, per augurare ad ogni nuova nata fortuna e prosperità.

Fonte: "Sapori e saperi delle Dolomiti" a cura di Serena Turrin, edizioni DBS Zanetti