Il fagiolo di Lamon

I fagioli sono da molti definiti come la carne dei poveri, in quanto questo prodotto possiede notevoli qualità nutritive ed energetiche. Il fagiolo di Lamon, prodotto nei comuni di Lamon e di Sovramonte, è prodotto con semente selezionata proveniente dall'altopiano lamonese-sovramontino. Viene coltivato con metodi tradizionali da circa 500 anni e grazie alle sue eccezionali caratteristiche è diventato il protagonista nei menù dei più grandi cuochi e chef della cucina internazionale.

Caratteristiche

Le sue caratteristiche principali sono quelle di avere una scorza sottile e una polpa tenera che lo rendono unico nel suo genere. Il fagiolo si distingue in quattro tipi: lo Spagnolit, che è il più piccolo ed è adatto per le insalate; lo Spagnolon, più grande e con forma ovoidale, adatto per insalate e minestre; la Calonega, di forma schiacciata e colore rosso vivo, adatta per le minestre; infine, il Canalin, molto scuro ed ovoidale, ha buccia più consistente e per questo motivo si adatta ai passati.
La semina avviene, per tradizione, il 3 Maggio, giorno di Santa Croce, mentre la raccolta comincia nella seconda metà di Agosto e termina alla fine di Settembre.

Note storiche

Dalle ricerche storiche risulta che comparve nella piana di Lamon nel 1500, grazie all'umanista Pietro Valeriano, funzionario del Papa Clemente VII, dal quale ricevette in dono un sacchetto di fagioli provenienti dalla corte di Spagna. Il legume, che trovò in questo territorio un ambiente perfetto per la sua crescita e coltivazione, diventò una vera e propria prelibatezza, andando a sostituire la coltura delle fave e dei piselli.
In realtà l'introduzione fu lenta e difficile, in quanto esistevano delle credenze legate alla scarsa digeribilità dei legumi secchi, ma il fagiolo riuscì ad imporsi perché permetteva agli agricoltori di ricavare dallo stesso appezzamento un maggior volume di prodotto. Così, oltre ad essere l'alimento base della cucina lamonese, divenne anche un'importante risorsa economica per questo territorio.

Consorzio per la Tutela del Fagiolo di Lamon

Dal 1993 è operativo il Consorzio di Tutela del Fagiolo di Lamon che si propone di sviluppare, tutelare e propagandare la produzione ed il consumo di questo prodotto tipico di montagna. Esso è riuscito ad ottenere l' indicazione geografica protetta, con cui viene certificata la qualità e la provenienza del prodotto, ad incrementare la produzione e a svolgere un miglioramento qualitativo del seme.

Le ricette più famose:

- Minestra di fagioli e verza
Pendolon
Pasta e fagioli
Trippe e fagioli
Polenta, fagioli e spezzatino di maiale

Hotel