dal 11-07-2013

Inaugurazione della mostra "Roccedimenti" nel Nuovo Spazio di Casso

11 luglio 2013 - Dolomiti Contemporanee colpisce ancora. Sabato 6 luglio l'inaugurazione della mostra "Roccedimenti. Fatte, non finite, le nature contemporanee" ha richiamato più di 400 persone tra le Dolomiti Friulane, nel Nuovo Spazio di Casso, e ha riservato non poche soddisfazioni e sorprese.

La mostra "Roccedimenti" curata da Gianluca D'Incà Levis con la collaborazione di Guido Bartorelli, ha presentato le creazioni di dodici giovani artisti sul tema della natura contemporanea e l'opera assolutamente inedita del maestro Corot, scovata di recente in una soffitta della Valcellina. Dopo il grande successo della serata inaugurale, la mostra "Roccedimenti" è pronta ad accogliere fino all'8 settembre tutti gli appassionati di arte e gli amanti delle Dolomiti nel Nuovo Spazio di Casso.

Con "Roccedimenti" si rinnova così la missione di Dolomiti Contemporanee nel promuovere l'amore per l'arte e per il territorio dolomitico, regalando al pubblico un percorso espositivo nato da riflessioni profonde sulla natura, sull'uomo e la montagna, legate al concetto di "contemporaneo" (e "ultracontemporaneo"), che è un continuo spingersi oltre, delle menti come delle rocce, in un procedimento che è, persino, cedimento.