Le finestre del Calendario dell'Avvento sulle Dolomiti

10 December 2020

Sulle Dolomiti nel mese di dicembre è tempo di Avvento. Quest’anno non ci sono i classici Mercatini di Natale, ma si può sognare l’atmosfera natalizia con le finestrelle dei calendari dell’Avvento. I palazzi sono addobbati a festa e danno vita ad una rappresentazione speciale, fatta di luci e colori. 

Nella capitale altoatesina, l’atmosfera è più magica a Natale. In piazza Walther si accendono le 1300 luci dell’albero che resterà illuminato fino al 6 gennaio. Ad abbellire la statua di Walther von der Vogelweide ci pensa la Corona dell’Avvento. L’Avvento a Bolzano sarà anche in formato digitale: online, sui canali social di Bolzano, è disponibile uno speciale calendario, dove, ogni giorno, verrà pubblicato un video realizzato in collaborazione con il Jazz Festival, per un tuffo nella storia e nelle tradizioni locali.

Il calendario dell’Avvento non manca neanche quest’anno a Bressanone. La location è sempre la stessa. Piazza Duomo ospita il consueto calendario: ogni giorno, alle ore 16:30, si apre una finestra. Attorno all’aiuola centrale è stata sistemata la Corona e ogni domenica una delle 4 fiaccole viene accesa. 

Anche a Cortina si respira aria natalizia. Il Comun Vècio per l’occasione viene addobbato con il calendario dell’Avvento. Ogni giorno si apre una nuova finestrella con le immagini della natività. 

Particolare e diverso dagli altri è il calendario dell’Avvento a Merano sulla facciata esterna del Palais Mamming Museum, dove vengono rappresentate le Sfere dei Desideri, realizzate dai bimbi in cura nei reparti di oncoematologia pediatrica di molti ospedali italiani, in collaborazione con la Fondazione Lene Thun ONLUS. 

Scopri quali sono le altre tradizioni e usanze del Natale sulle Dolomiti

Hotel: Dolomiti e dintorni