debug:0 - 2017-06-22 12:50:47

Danta di Cadore

Situata a quasi 1400 metri sul livello del mare Danta di Cadore gode di una magnifica posizione panoramica e di un ambiente naturale pressoché integro, ricoperto per vaste superfici da densi boschi di conifere e circondata dal gruppo dei Brentoni, dalle Marmarole e dall'Ajarnola, l'estremo lembo meridionale del Popera.

Danta è il primo centro del Comelico citato in un documento ufficiale. Essa infatti compare, con l'antico nome di Anananto, in un diploma imperiale del 952 DC che elenca alcuni beni donati alla badia di San Candido.

Come nel resto del Comelico l'economia esclusivamente rurale e gli usi antichissimi furono per lungo tempo organizzati nella Regola (un'istituzione di origine longobarda per l'amministrazione del territorio), il cui Statuto è datato 1575.
Per lunghi anni, tuttavia, Danta non fu centro autonomo e solo nel 1843 divenne comune grazie all'impegno del poeta Antonio Doriguzzi Rossin, autore tra l'altro del poema Carlo Leopoldo scritto in occasione della liberazione di Vienna dai Turchi.

Nel periodo estivo le molteplici biodiversità presenti nel suo territorio e punti panoramici di eccezionale bellezza fanno di Danta un luogo ideale per passeggiate ed escursioni immersi in una natura incontaminata. Sul territorio di Danta, infatti, è presente la quasi totalità della flora alpina protetta ed un gran numero di orchidee spontanee.

Inoltre, due torbiere recentemente studiate costudiscono nel loro sottosuolo un patrimonio di informazioni importanti dal punto di vista storico-geologico mentre in superfice si presentano ricche di vegetazione con piante rare e minuscoli fiori carnivori. Attualmente è possibile visitare le torbiere lungo un sentiero didattico che illustra le caratteristiche di questi particolari ambienti per lo più sconosciuti e che, attraverso la loro conoscenza, permette anche un'azione di tutela e conservazione.
D'inverno, invece, è possibile praticare lo sci e gli altri sport invernali nella ski area Sappada Comelico. 

Eventi: Danta di Cadore

Itinerari: Danta di Cadore

Articoli: Danta di Cadore

Grappa al Carugo: un toccasana dopo una sciata tra le Dolomiti

Un sapore delicato che caratterizza una grappa dal colore caldo e il profumo intenso, quello dei semi del cumino che danno un tocco di tradizione ad una grappa che ben si addice a concludere in bellezza una...

Aree Pic Nic nel Bellunese

Le aree pic-nic nel Bellunese sono zone attrezzate con tavoli, panche e barbecue, create in piena armonia con la natura e a disposizione per chi vuole pranzare all'ombra, immerso nel verde, a stretto contatto con la...

Il pane delle Dolomiti

L'area dolomitica conta ancora oggi numerose qualità di pane, tutte caratterizzate da una propria storia e con una propria origine geografica precisa. Nelle vallate ampezzane, per esempio, si producono varie qualità...