Erbe e Salute: i rimedi naturali mese per mese

Ogni mese si caratterizza per una propria erba spontanea, che può essere utilizzata per impieghi medicinali, culinari e cosmetici. Una ricchezza dei prati e dei boschi delle nostre montagne, una farmacia naturale che forse non si conosce a sufficienza, alla quale accostarsi con rispetto - è infatti vietata la raccolta di alcune piante spontanee - ed esperienza.

E poi... cosa c'è di più salutare di una passeggiata per i prati in cerca di buone erbe?

Ogni sostanza contiene ad un tempo la morte e la vita, ogn'una è tisana e veleno insieme. Farmacologia e tossicologia sono un'unica cosa, vi sono veleni che portano la guarigione e, in determinate circostanze, uccidono nello spazio di pochi secondi...Thomas Mann

GENNAIO
Il vischio è oggi presente nelle case soprattutto nel periodo natalizio, come buon auspicio per il nuovo anno. Nella tradizione nordica era portato al collo per allontanare gli spiriti maligni. Come rimedio naturale viene utilizzato per combattere l'ipertensione.

FEBBRAIO
Le proprietà mediche del salice erano note fin dall'antichità. Da esso si ottiene uno dei farmaci più conosciuti, l'acido acetilsalicilico, più noto come Aspirina. Viene quindi impiegato per la sua azione antipiretica, antinfiammatoria e antidolorifica.

MARZO
Dalla chelidonia, la cui fioritura coincide con il ritorno delle rondini, si ricava un lattice ricco di principi attivi utili per curare verruche, colecistopatie e calcolosi biliari. Da usare con attenzione: in dosi elevate è un potente veleno.

APRILE
La primula annuncia il ritorno della primavera. Come rimedio naturale è efficace nella cura delle infiammazioni delle vie bronchiali.
La bardana trova un vasto impiego nella cura di diverse malattie, soprattutto contro foruncolosi, acne e piodermiti in genere. 

MAGGIO
L'ortica un tempo era utilizzata per risolvere problemi adinamici e di parlasi, per curare alcune malattie infettive. Oggi è un aiuto per l'eliminazione delle scorie dal sangue.
La parietaria viene usata per le sue proprietà diuretiche, anti-artitritiche e antireumatiche.

GIUGNO
La salvia, oltre ad essere utilizzata ampiamente in cucina per le sue proprietà aromatiche digestive, è anche un ottimo farmaco antiallergico. Così come il ribes nero, efficace antiallergene e antinfiammatorio.
Dalla pianta di borragine si estrae un olio ricco di principi attivi utili a contrastare la pelle secca, la disidratazione e l'invecchiamento cutaneo.

LUGLIO
L'iperico, un tempo usato come amuleto, oggi è un efficace rimedio contro le depressioni e, per la sua forte azione cicatrizzante, contro le scottature, le ulcere e le piaghe.

AGOSTO
L'arnica, tipica delle zone montane, viene impiegata contro l'infiammazione provocata da traumi, contusioni, ecchimosi e nei dolori muscolari. 
L'equiseto, per l'elevata concentrazione di silicio, si usa per curare stati infiammatori ariticolari e vascolari, e nel caso di carenze minerali.

SETTEMBRE
La valeriana cresce in ambienti umidi montani. Fiorisce in estate e la sua radice viene raccolta in autunno. È utilizzata come blando sedativo, perfetto per curare i problemi di insonnia.

OTTOBRE
Le castagne matte dell'Ippocastano o Castagno d'India vengono usate come medicamento nei disturbi venosi e di pesantezza alle gambe, e per combattere la fragilità capillare.

NOVEMBRE
Del pino mugo è possibile oggi utilizzare solo piccoli rami e aghi da cui si ricava un olio balsamico molto utile nel combattere le infiammazioni delle vie respiratorie e in caso di bronchite acuta. 

DICEMBRE
Il lichene è noto per la cura di malattie della pelle dette appunto licheni. Ha un'azione emolliente e protettiva delle mucose dell'apparato respiratorio e digerente. E' un ottimo antibiotico ed antibatterico nelle forme influenzali.

Hotel