debug:0 - 2017-06-27 17:55:18

Barcis

Barcis è un comune della provincia di Pordenone situato nel cuore della Valcellina, nelle Dolomiti Friulane, sulle rive dell'omonimo lago artificiale. Il suo territorio si inserisce nella Riserva Naturale Forra del Cellina, gestita dal Parco Naturale delle Dolomiti Friulane, che comprende la parte più significativa dell'incisione che il torrente Cellina ha scavato negli strati calcarei fra Barcis e Montereale, prima di sfociare nella pianura pordenonese. L'aspetto che si presenta agli occhi dei visitatori è di un grande canyon, uno dei più spettacolari d'Italia, con ripide rocce che si tuffano vertiginosamente nelle purissime acque del torrente.

L'autentica bellezza della cittadina è sicuramente data dal suo lago Aprilis, che con le sue acque smeraldine le restituisce una luce e un'atmosfera tutte particolari, richiamando ogni anno migliaia di turisti.

Il lungolago attrezzato di viabilità pedonale, piscina turistica e predisposizione per la nautica, le vie costellate di case tipiche e il centro polisportivo sono luoghi di interesse per ogni visitatore.

Per scoprire Barcis ci sono alcune semplici camminate da praticare: a piedi, ad esempio, la "Forra del Cellina" (percorrendo la vecchia strada panoramica della Valcellina), il sentiero e le grotte della vecchia diga (attraverso un percorso sotterraneo), e molti altri sentieri e percorsi.

In mountain-bike, invece, si può scegliere tra una gita alla stretta suggestiva del Gran Canyon della Valcellina, o una semplice pedalata intorno al lago o il Tour della Valcellina.

Anche per gli appassionati di escursioni e trekking ci sono numerose e interessanti proposte, ricavate dalla "carta sentieri n.2 Barcis", disponibile presso l'ufficio Iat di Barcis: uno degli itinerari che partono dalla città porta alla Pala d'Altei, passando per la Casera Montelonga.

Altre attrattive suggestive sono rappresentate dalla chiesa ottocentesca, in cui si può ammirare l'affresco raffigurante il Banchetto di Salomè e la Decollazione di S. Giovanni Battista, e dal Palazzo Centi del XVII secolo.

Un aneddoto interessante è che il nome Barcis, secondo il suo noto cantore Giuseppe Malattia della Vallata, deriva da "barcia" (barca) proprio per la sua caratteristica forma a conca. La cittadina presenta nella sua storia un passato poco felice: venne distrutta da un incendio nel 1606 e una seconda volta durante la guerra nel 1944, poiché la Valcellina, proprio in quel periodo, fu teatro di sanguinose lotte partigiane.

Eventi: Barcis

Itinerari: Barcis

Articoli: Barcis

Flora e Fauna del Parco Naturale Dolomiti Friulane

La notevole ricchezza floristica di tutto il comprensorio del Parco, dipende soprattutto dall'occasione di rifugio e di sopravvivenza che è stata data da questi territori ad innumerevoli specie durante il...

Aree protette e parchi naturali tra Udine e Pordenone

Parco Regionale delle Dolomiti Friulane, con una superficie che si estendo intorno ai 500 km quadrati.
Riserva Statale del Prescudin con i suoi kmq 15

Parco Naturale delle Dolomiti Friulane

Un Parco straordinario dove vive la natura

Il Parco Naturale Regionale delle Dolomiti Friulane è inserito nel settore occidentale del comprensorio montuoso che sovrasta l'alta pianura friulana, racchiuso tra i...