La ricostruzione di Arabba secondo una leggenda

Arabba è uno dei maggiori centri di lingua ladina nelle Dolomiti. La sua storia inizia nella seconda metà del Seicento, con la chiesa eretta in onore degli apostoli Pietro e Paolo. Del periodo precedente si sa poco o niente: si narra che una catastrofe distrusse la vallata e solo due famiglie riuscirono a salvarsi, una sul Pizzach, l'altra sulle alture del Cherz. In una notte buia e silenziosa, qualcuno accese un fuoco, a cui qualcuno avrebbe risposto accendendone un altro a propria volta, così le famiglie si sarebbero ritrovate e insieme avrebbero ricostruito il paese.
Leggenda o realtà, qualcosa di vero c'è e deriva dal nome stesso di Arabba, che in ladino è Rèba, da royba, la frana, o da rebia, la valanga e anche il torrente che straripa. Inoltre sulle pendici del Burz si leva una croce che gli abitanti del posto hanno sempre chiamato La Chiesa Vecchia e forse era qui che sorgeva l'antico insediamento.

Hotel