I film più famosi delle Dolomiti

Oltre cento film hanno impresso sulla celluloide rocce, neve, panorami e mondanità della nota località turistica di Cortina d'Ampezzo: film di guerra, grandi storie d'amore, commedie all'italiana, thriller che ti lasciano con il fiato sospeso.

Spesso le nostre montagne hanno catturato le pellicole di noti registi, quali il viennese Erich von Stroheim, emigrato negli Stati Uniti, che nel lontano 1918 ambientò la sua prima regia, "La leggenda della montagna", proprio a Cortina d'Ampezzo, ricostruendola però negli studi d'oltreoceano.

Tra le guglie delle Cinque Torri Arnold Fank, della scuola tedesca, negli anni 20-30 girò "Das Berg des Schiksal" (Le montagne del destino), con il grande Luis Trenker. Lo stesso Trenker fu poi il regista di "Berge in Flammen" (Montagne in fiamme), ispirato all'episodio della grande mina del Castelletto nella prima guerra mondiale, e "Prigioniero della montagna", sceneggiatura di Pier Paolo Pasolini e Giorgio Bassani. Sul Monte Cristallo la grande Leni Riefensthal debuttò nella regia con "Das blaue Licht" (La bella maledetta).

Negli anni '50-60 trascorrono le loro ferie a Cortina d'Ampezzo Ingrid Bergman, Sophia Loren, Gina Lollobrigida, Brigitte Bardot, Clark Gable ed Henry Fonda e sono anche gli anni della commedia all'italiana: "Vacanze d'inverno" di Camillo Mastrocinque ed "Il Conte Max" che vedono protagonista uno splendido Alberto Sordi.
Degli stessi anni: "Appuntamento in riviera" con Tony Renis, "Il Tigre", di Dino Risi con l'indimenticabile Gassman, "Kiss kiss-Bang-bang", con Giuliano Gemma.

Nel 1962 viene girato, sempre a Cortina, "The Pink Panther" (La Pantera Rosa) di Blake Edwards, con Peter Sellers nei panni del mitico ispettore.

Negli anni '70, sulle nevi ampezzane, ricordiamo Roger Moore in "Solo per i tuoi occhi", in uno dei tanti inseguimenti mozzafiato di 007.

Negli anni seguenti, in uno chalet ai piedi delle Tofane, Vittorio De Sica dirige "Gli amanti", una travagliata vicenda sentimentale che vede protagonisti Marcello Mastroianni e Faye Dunaway.

Da non dimenticare sicuramente è "Mercoledì delle ceneri" di Larry Peerce, 1973, con l'incantevole Liz Taylor, girato a Dobbiaco. La celebre coppia Taylor - Burton alloggiava nelle camere del Miramonti.

Negli anni 80-90 i fratelli Vanzina ambientano a Cortina la serie "Vacanze di Natale" e, negli anni '90, arriva, sempre a Cortina, Silvester Stallone per girare "Cliffhanger", nei panni di una guida alpina. "L'orso", una tenera storia, a sfondo ecologista ambientato nel Nordamerica, è stato in realtà girato a Misurina, Giau e Cinque Torri.

Girato in prevalenza al passo Tre Croci, arriva sul grande schermo una storia di Buzzatti, "Il segreto del Bosco Vecchio", con Paolo Villaggio, Vittorio Gassman e Christian De Sica. E, sempre nella conca ampezzana Paolo Villaggio ha girato alcune scene di "Fantozzi in Paradiso".

Nel 2016, nelle Dolomiti, sono stati girati “Abel – il figlio del vento”, “La Pelle dell’Orso” con Paolini e Point Break. Inoltre, la famosa band dei Coldplay ha incluso nel video del loro ultimo singolo – “Up&Up” – le meravigliose Tre Cime di Lavaredo. Ancora una volta le Dolomiti hanno colpito per la loro bellezza e grandiosità.

Hotel