Arrampicare in Comelico

Anche la vasta zona del Comelico, con Sappada, non sfugge al rio destino attuale delle Dolomiti: tantissime vie meritevoli, poche quelle che vengono percorse con una certa frequenza.

Gruppo del Popèra - dal Rifugio Berti molte opportunità: la classica via Comici al Secondo Campanile, IV e V. Vie meno impegnative sulla Croda dei Colesèi.

Gruppo dei Longerin - vi si accederà dalla val Visdende: vari alberghetti. Bello lo spigolo N della Cima Nord, via Castiglioni, IV-.

Gruppo del Rinaldo - Sempre con partenza dalla Val Visdende, lo spigolo N del Campanile Luisa, IV.

Gruppo del Peralba - per accedervi qui si salirà da Sappada lungo la strada che porta alle sorgenti del Piave e al Rif. Calvi. La buona roccia calcarea - non dolomitica - a liscioni e placche è stata scoperta solo di recente:

- Vie generalmente impegnative su tutti i torrioni meridionali del Peralba, alcune attrezzate anche dai militari;

- Sulla parete Nord del Pic Ciadenis la classica "via dei tedeschi", III e IV,- Poi c'è l'enorme insieme del Monte Avanza, con una sequela impressionante di vie recenti, moderne, su ottima roccia, spesso più che impegnative, quasi come, se non di più, che sulla Marmolada!

Gruppi delle Dolomiti Sappadine - l'azione rocciatoria qui si svolge prevalentemente sul versante meridionale, friulano (Rif. de Gaspari): tuttavia, consultando la recente guida CAI, potranno venire delle belle idee. Da Campolongo salendo per la Val Frisòn si va alla base della grande e variata palestra del Cornòn